in

Allenamento a giorni alterni, cosa fare

Sono sempre tante le domande e gli interrogativi che molti utenti e appassionati si pongono sulle questioni che riguardano l’allenamento, il fitness, la salute e il benessere. Tutte sono figlie del desiderio di stare bene, di avere un fisico sano e tutte richiedono una conoscenza del funzionamento del corpo umano. Non può infatti esserci un allenamento che non contempli e non prenda in considerazione quelli che sono i meccanismi, fisici e chimici, del corpo umano.

Oggi vogliamo affrontare la questione dell’allenamento a giorni alterni; valutare e capire se convenga rispetto all’allenamento tutti i giorni, quali sono le differenze e perché preferire uno rispetto ad un altro.

Allenarsi tutti i giorni

Un errore spesso frequente quando si parla di allenamento è quello di considerare solamente l’aspetto esterno, solo la parte visibile, ignorando che il funzionamento dell’organismo umano è legato a numerosi organi e apparati. Potenziare i muscoli, tanto per fare un esempio, non significa coinvolgere solo i muscoli, ma anche i tendini delle articolazioni, il cuore, il fegato che dovrà smaltire l’acido lattico e tanti altri ancora.

Per fare un altro esempio un po’ riduttivo ma abbastanza esplicativo, non è che se un bambino mangia tanto cresce prima e sviluppa un corpo da adulto; anzi la prima conseguenza che potrebbe verificarsi è che soffra di disturbi relativi all’obesità.

L’alimentazione, anche durante l’esercizio fisico, tanto per rimanere nell’alveo dell’esempio appena fatto, è solo uno degli aspetti da tenere in considerazione nella valutazione di un allenamento a giorni alterni o di uno quotidiano. Il corpo umano ha bisogno di tante cose; per sviluppare i muscoli bisogna anche dargli il giusto tempo per svilupparsi e acquisire gli esercizi e gli sforzi compiuti con l’allenamento.

Il tuo allenamento, non un allenamento generico

L’altra grande questione, che è un po’ l’elemento determinate tra un allenamento a giorni alterni e uno frequente, riguarda i tempi di recupero e di assimilazione degli sforzi fatti. Ogni atleta ha i suoi tempi e le sue capacità di sviluppo (anche dal punto di vista del metabolismo) e, complice anche l’età, bisogna valutare attentamente quale tipo di allenamento eseguire. Non esiste un allenamento generico, ma il tuo allenamento, quello per il tuo corpo e, soprattutto, quello per il tuo benessere.

Quando è possibile allenarsi tutti i giorni

Ovviamente sì, ci si può allenare tutti i giorni, ma solamente se questo allenamento fa parte di un programma, anche variegato, con una scadenza limitata e orientato verso il raggiungimento di un obiettivo, solitamente lo svolgimento e la partecipazione a qualche manifestazione atletica e sportiva.

Per chi pratica allenamento in maniera amatoriale il consiglio è quello di preferire un tipo di allenamento a giorni alterni, in modo da permettere all’organismo di recuperare e allo stesso tempo evitando un periodo prolungato di fermo. In un’ottica di crescita graduale è preferibile aumentare con il passare del tempo il carico di lavoro e di alternare il tipo di esercizio, per non focalizzarsi solamente su un muscolo o una parte del corpo ma prodigarsi per una crescita e un benessere complessivo del corpo.

Avatar for Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Benefici della pallanuoto

Benefici della pallanuoto: ecco quali sono

Allenamento multifrequenza o monofrequenza

Allenamento multifrequenza o monofrequenza?