in

Allenamento con il tapis roulant: cosa c’è da sapere

Allenamento tapis roulant

Allenarsi in casa è una delle soluzioni che nel corso degli anni si è sempre più diffusa e consolidata. Tra gli esercizi a corpo libero senza attrezzi e l’allenamento con il tapis roulant, sono tante le alternative a disposizione di coloro che si vogliono prendere cura del proprio corpo senza uscire da casa. Le palestre offrono sicuramente tanti vantaggi, dalla guida di un istruttore alla presenza di attrezzature di ultima generazione, ma anche allenarsi in casa offre notevoli benefici.

Innanzitutto il costo, non dovendo pagare l’abbonamento della palestra, ma anche la comodità di non dover uscire, raggiungere la struttura o adeguarsi a particolari condizioni di accesso, così come la possibilità di potersi allenare con qualsiasi condizione meteo. Uno degli allenamenti più apprezzati è quello della corsa che, nella sua semplicità e accessibilità, consente a tutti, adulti e bambini, di tenersi in forma, dimagrire e prendersi cura del proprio benessere.

Per poter correre a casa l’allenamento con il tapis roulant è sicuramente la miglior soluzione possibile. Scopriamo quindi come farlo nel migliore dei modi.

La scelta del tapis roulant

La prima cosa da fare, ovviamente, è scegliere il tapis roulant per il proprio allenamento. In commercio esistono tantissimi modelli, da quelli elettrici a quelli magnetici, con tecnologie e funzionalità differenti tra loro. Grazie a miglioriofferteonline.info è possibile trovare i principali modelli di tapis roulant da scegliere in base non solo alle esigenze di allenamento e alla propria condizione atletica, ma anche a quelle dello spazio a disposizione. Per scegliere un tapis roulant bisogna prendere in considerazione diversi aspetti: dalla possibilità di modificare l’inclinazione della pedana alla velocità massima raggiungibile (e agli step intermedi disponibili), passando per la capacità di ammortizzamento e alle tecnologie presenti che consentono di accedere a numerose funzionalità e rendere l’allenamento completo e sempre differente.

5 consigli utili per migliorare l’allenamento

Una volta acquistato, sistemato e avviato il tapis roulant è necessario iniziare l’allenamento. Per farlo è utile seguire una serie di consigli e indicazioni che permettono di ridurre i rischi e i problemi e di ottimizzare lo sforzo di ogni esercizio.

È un allenamento non un gioco

In troppi considerano il tapis roulant con una certa leggerezza, come fosse un allenamento di secondo piano. Niente di più sbagliato e infondato: l’allenamento con il tapis roulant è valido, benefico e utile per tantissimi aspetti, dal potenziamento muscolare al miglioramento dell’attività cardiaca e circolatoria. È quindi doveroso approcciarsi con serietà e non considerare questo attrezzo come un gioco da utilizzare nei ritagli di tempo. Se si decide di dedicarsi a questo tipo di attività fisica bisogna organizzarsi e programmare il numero degli allenamenti e la loro durata.

L’abbigliamento

Anche se si tratta di un allenamento domestico l’abbigliamento sportivo resta uno dei principali elementi per ogni tipo di allenamento. Per chi corre sul tapis roulant è fondamentale avere capi comodi e traspiranti, così come non sottovalutare mai l’importanza delle calzature. È bene indossare sempre scarpe all’altezza (quelle da running) per migliorare l’allenamento, proteggere il piede e avere sempre una postura corretta e adeguata.

Idratazione e areazione

Spesso in casa non si ha molto spazio a disposizione e si posiziona il tapis roulant in soffitta, in cantina o in uno spazio marginale. Il problema è che spesso questi sono ambienti poco areati e questa non è una condizione ideale per l’allenamento. Sia perché si rischia di percepire una maggiore fatica, sia perché la respirazione è parte integrante dell’allenamento ed è estremamente importante poter contare su un ricambio d’aria costante.

Il riscaldamento e il defaticamento

Come tutti gli esercizi d’allenamento anche quelli sul tapis roulant richiedono un’adeguata preparazione. Questa deve prevedere sia una fase di riscaldamento che una di defaticamento. Si tratta di semplici esercizi di stretching  Il riscaldamento e il defaticamento sono essenziali all’allenamento perché permettono di attivare la muscolatura e l’organismo ed evitare gli infortuni che si verificano frequentemente quando ci si allena “a freddo” o si smette improvvisamente di correre.

Fissare degli obiettivi

L’ultimo consiglio, ma non meno importante degli altri, riguarda la gestione dell’allenamento. Chi si allena a livello amatoriale deve procedere per gradi, stabilendo delle tappe intermedie che gli consentono di raggiungere l’obiettivo. Il punto finale può essere quello di migliorare la tenuta atletica, riuscire a percorrere una certa distanza o perdere peso; in tutti i casi è sempre fondamentale avere chiaro dove si vuole arrivare e come farlo. Il fissare degli obiettivi serve anche a supportare la motivazione e verificare se e quanto si è in linea con gli stessi, apportando dei correttivi in caso di necessità.

Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Corsa e respirazione

Corsa e respirazione: cosa c’è da sapere

Corsa e alimentazione

Corsa e alimentazione: consigli e avvertenze