in

Emorroidi: cosa sono e come curarle

Quando si parla di emorroidi, oltre all’imbarazzo di riferirsi ad un fenomeno particolarmente intimo, c’è il rischio di cadere in molti luoghi comuni e informazioni non propriamente corrette. Tra queste ci sono quelle legate all’esercizio fisico e allo svolgimento dell’attività fisica. Analizziamo quindi il fenomeno delle emorroidi, le cause che ne generano la formazione, i rimedi e se risultano essere un impedimento per lo sport.

Cosa sono

Le emorroidi si formano nella parte finale del retto e sono come dei cuscinetti, più propriamente delle strutture vascolari, che svolgono un ruolo molto importante nel mantenimento della cosiddetta continenza fecale. È bene specificare fin da subito, proprio per superare quei luoghi comuni e quelle informazioni sbagliate di cui parlavamo all’inizio, che le emorroidi sono una componente naturale dell’anatomia del corpo umano. Il problema cui comunemente si fa riferimento è un fenomeno dovuto ad un’infiammazione che produca un’anomalia rispetto alla condizione normale delle emorroidi stesse che genera conseguente fastidio.

Sintomi e cause

Si possono distinguere le emorroidi in interne ed esterne, in base alla collocazione: sono interne quando si manifestano nel canale anale e non sono visibili; si dicono esterne quando invece sono facilmente visibili e si sviluppano nella zona dell’ano. Per stabilire la gravità dell’infiammazione si parla di emorroidi di I, II, III e IV grado.

I sintomi con cui si manifestano le emorroidi sono quelli di fastidio durante la defecazione, sanguinamento, prurito e fastidio nella zona anale, congestione e perdite di muco.

Sono diverse le cause che possono portare all’ingrossamento delle emorroidi e alla percezione dei sintomi di cui abbiamo appena riferito. Tra queste troviamo:

  • abuso di alcool;
  • alimentazione non corretta;
  • cambiamenti ormonali;
  • fumo;
  • stato di gravidanza;
  • stitichezza;
  • stress.

Come si può facilmente constatare le cause delle emorroidi sono diverse, alcune delle quali relative ad abitudini e stili di vita scorretti (abuso di alcol, fumo, eccetera), altre legate a diverse condizioni (stitichezza, gravidanza, eccetera).

Come curarle

In funzione anche di quanto appena detto sulle cause di questo fenomeno si possono intuire quali sono i metodi per curarle, anche in maniera naturale. Innanzitutto uno stile di vita sano e regolare, che passa anche da un’alimentazione corretta ed equilibrata, è sicuramente necessario per evitare l’ingrossamento delle emorroidi. Un’alimentazione particolarmente ricca di fibre e che non preveda l’uso eccessivo di fritture e spezie particolarmente forti (il peperoncino su tutti), aiutano sicuramente a regolarizzare l’attività dell’intestino e delle strutture vascolari proprie delle emorroidi. Anche bere acqua per mantenere idratato il corpo e, ovviamente la cura della propria igiene intima, sono fondamentali per il contrasto e la prevenzione dei problemi legati alle emorroidi. L’altro grande rimedio contro le emorroidi, senza escludere l’intervento medico in casi di livello serio e critico, è quello relativo all’esercizio fisico. Ma è tempo di parlare quindi del rapporto tra emorroidi e sport.

I consigli per chi pratica sport

Uno stile di vita sedentario o scorretto dal punto di vista atletico (sforzi eccessivi, eccessiva inattività, eccetera) sono cause che possono aggravare o addirittura favorire la formazione e lo sviluppo delle emorroidi.

Chi pratica sport, sempre in rapporto alla gravità del fenomeno e al tipo di attività sportiva, non deve assolutamente evitare l’esercizio fisico. Questo aiuta al recupero della normale circolazione venosa negli arti inferiori e al rilassamento della zona interessata dalle emorroidi.

Il consiglio è quello di evitare sport e attività fisiche eccessivamente stressanti come il ciclismo, la corsa e il body building, ma di preferire un tipo di ginnastica dolce, come il pilates o lo yoga, ma anche esercizi di stretching e attività in piscina. In alternativa una leggera e moderata camminata all’aria aperta aiuta a migliorare la circolazione e la respirazione, generando un sollievo e un beneficio utile al recupero della normale condizione fisica.

Avatar for Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

micosi piscina

Piscina e palestra, pericolo micosi: ecco come proteggersi

Spinning

Spinning: quando e perché praticarlo