Escursioni in montagna: consigli utili

Escursioni in montagna

Che lo si chiami trekking, escursioni in montagna o passeggiate, pur con tutte le differenze del caso si parla spesso della stessa cosa: conoscere, esplorare ed ammirare a piedi la bellezza incantata della natura. Si tratta di esperienze uniche per tanti motivi, non ultimo quello di riconciliare l’uomo con la sua dimensione più intima e con l’imponente spettacolo dell’immensità dei paesaggi naturali, troppo spesso conosciuti in foto o video ma mai realmente visti dal vivo. Ecco perché, sia in estate che in inverno, sono in tanti a scegliere di intraprendere uno dei tanti sentieri in montagna disponibili nelle diverse regioni italiane.

Sì perché le passeggiate in montagna non sono una prerogativa delle regioni settentrionali ma tutta la penisola italiana, pur nelle diversità geografiche di ogni regione, presenta percorsi e scenari paesaggisti mozzafiato e meritevoli di essere percorsi.

Scopriamo quindi quali sono le informazioni principali da avere prima di organizzare le proprie vacanze, il proprio fine settimana o la propria giornata di escursione in montagna.

Come vestirsi per un’escursione in montagna

Uno dei primi elementi da considerare è relativo all’abbigliamento per le escursioni in montagna. In montagna, ancora più che in altri luoghi, è importante ‘vestirsi a strati’, prevedendo quindi i cambiamenti climatici che possono verificarsi in maniera piuttosto rapida. Capita spesso infatti che, soprattutto se si sale di quota, si parte con un certo clima (e un relativo abbigliamento) e o durante il tragitto o arrivati alla meta ci si imbatte in un clima quasi completamente diverso. Per questo motivo meglio organizzarsi per tempo.

Fondamentali per le escursioni in montagna sono le scarpe; in base al tipo di percorso ci si può orientare tra le classiche scarpe da ginnastica o preferire quelle da trekking. Quest’ultime sono sicuramente più indicate in quanto assicurano una maggiore comodità al piede, proteggendolo anche da i pericoli vari della montagna, soprattutto su sentieri e percorsi impervi e non completamente pianeggianti.

Sia che lo abbiate addosso che dentro lo zaino l’abbigliamento per la montagna non può non contemplare una maglietta, una felpa, una giacca, scarpe (come detto in precedenza), pantaloni e calze capaci di assicurare una certa impermeabilità e traspirabilità al corpo. In tal senso vanno assolutamente evitati i capi di abbigliamento in cotone e preferirvi quelli in tessuto tecnico e traspirante. La maglietta, ancor più degli altri capi, è fondamentale perché è l’indumento più a contatto con la pelle e deve gestire in maniera ottimale il sudore e la temperatura esterna. Anche se considerati come accessori anche un cappellino e degli occhiali da sole si rivelano fondamentali, in modo da assicurare una protezione completa, in qualsiasi stagione dell’anno; in inverno vanno previsti capi più pesanti e accessori specifici come possono essere i guanti e uno scaldacollo.

Cosa portare per un’escursione in montagna

Oltre all’abbigliamento, che abbiamo appena visto, è bene anche organizzarsi su cosa non deve mancare nell’assortimento di uno zaino per la montagna. Un consiglio generale per qualsiasi tipo di attività in montagna è quello di organizzarsi e di valutare il tempo che si impiegherà, la distanza da percorrere, le varie esigenze di tutti gli escursionisti (specie se ci sono dei bambini) e se nel percorso sono presenti e previste soste presso baite o strutture ricettive.

In base a questi elementi e senza mai dare nulla per scontato è bene avere a disposizione una cartina con il sentiero che si svolgerà alla quale affiancare, un dispositivo gps per escursioni in montagna, un cambio (almeno a livello di maglieria e calze), un coltellino multiuso e il minimo indispensabile come pronto soccorso. Chiaramente, lo ripetiamo, molto dipende dal tipo di percorso: se si tratta di una passeggiata di 1-2 ore intorno all’albergo l’equipaggiamento è molto ridotto e limitato, ma già se si parte per mezza giornata o si programma di partire la mattina e tornare la sera è sempre preferibile avere un assortimento completo.

A livello alimentare non deve mai mancare l’acqua (preferibilmente in borraccia che mantiene la temperatura ed è più pratica e sicura da trasportare), della frutta e/o dei biscotti, delle barrette e delle bevande energetiche. In tutti i casi premunirsi sempre di buste per i rifiuti in modo da raccogliere tutto ciò che va gettato e non disperderlo nell’ambiente ma riporlo appena possibile negli appositi contenitori.

Le escursioni in montagna sono attività rivolte a tutta la famiglia, anche per bambini, che avranno così la possibilità di scoprire un mondo affascinante ed emozionante. A maggior ragione se si organizzano escursioni con i bambini è importante programmare tutti gli aspetti e scegliere percorsi alla loro portata per permettergli di vivere quest’esperienza in maniera sicura, sana e divertente.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo