in

Guida ai migliori integratori di vitamina C

Integratori di vitamina C

L’alimentazione è di straordinaria importanza per tutti: sia per chi pratica attività sportiva in maniera professionale che chi lo fa a livello amatoriale. Ma lo è anche per chi non svolge alcun tipo di esercizio fisico, anzi in questi casi lo è ancora di più per garantire un livello di salute adeguato. A questo proposito è utile parlare degli integratori di vitamina C, andando ad approfondire cos’è la vitamina C e come fare per scegliere i migliori integratori presenti sul mercato.

Come scegliere i migliori integratori di vitamina C

In commercio esistono tantissimi integratori di vitamina C che differiscono tra loro sia nella tipologia che nelle caratteristiche e proprietà. Ognuno di questi assicura vantaggi e benefici, ma è fondamentale avere una maggiore consapevolezza della materia andando quindi a individuare gli elementi sui quali fondare la scelta del migliore integratore.

Gli integratori di vitamina C possono essere presenti in polvere, in creme, in compresse effervescenti, in capsule, in fiale bevibili e in soluzioni endovenose. Le compresse effervescenti sono tra le più consigliate sia per la praticità d’uso che per la loro conservazione. Tra le più indicate c’è l’Acerola in compresse integratore di vitamina C che è associata a diversi minerali (come magnesio, calcio e zinco) ed è maggiormente digeribile dallo stomaco, creando meno fastidi e problemi. Le creme sono integratori utilizzate come trattamento cosmetico per migliorare la tonicità della pelle.

Quelli in polvere, invece, sono più difficili da gestire in quanto richiedono di regolare il dosaggio del liquido nel quale andranno sciolti e miscelati. Le capsule, al pari delle compresse, sono pratiche e comode da assumere, ma spesso hanno un dosaggio maggiore a quanto necessario. Una soluzione alternativa è quella delle fiale bevibili che possono avere anche un gusto piacevole e per questo più facili da ingerire. Infine ci sono gli integratori di vitamina C in soluzione endovenosa che però sono quelli disponibili esclusivamente a uso medico per il trattamento di determinate patologie.

Nella scelta della tipologia di integratore vanno considerati diversi elementi. Innanzitutto l’esigenza cui si deve rispondere, ma anche la praticità d’assunzione e la preferenza personale. È doveroso anche prestare attenzione al dosaggio, specie se si assumono anche altri integratori. Di per sé la vitamina C si combina perfettamente con altri integratori aumentando anche i loro effetti benefici, ma è sempre fondamentale valutare attentamente cosa si sta assumendo.

Cos’è la vitamina C e perché è importante integrarla

Ma perché è importante assumere degli integratori di vitamina C? Partiamo innanzitutto dal comprendere cos’è questa sostanza. L’acido ascorbico, la vitamina C, è un composto organico che comprende un gruppo di sostanze che hanno il compito di gestire, tra le altre cose, l’attività degli ormoni e degli enzimi del nostro organismo. L’organismo umano non è in grado di produrre e sintetizzare autonomamente la vitamina C e l’assunzione avviene tramite l’alimentazione. I principali alimenti che contengono vitamina C sono: uva, prezzemolo, peperone, broccoli, spinaci, cavoli, fragole, cachi, kiwi e arance.

Di cosa si occupa la vitamina C

La vitamina C si occupa di formare il collagene, formare il materiale intracellulare così come contribuire allo sviluppo neuronale e all’assorbimento del ferro. Questa vitamina è inoltre importantissima per le proprietà antiossidanti che evitano l’accumulo di colesterolo nelle arterie. Tra le particolarità della vitamina C c’è quella di essere una sostanza idrosolubile che quindi l’organismo espelle tramite le urine in caso di assunzione superiore alle necessità. Ci sono infatti rischi e conseguenze anche serie se vi è un’assunzione eccessivamente maggiore della vitamina C rispetto a quelle che sono le esigenze dell’organismo.

L’assorbimento della vitamina C avviene per via intestinale ed è raccomandata l’assunzione in piccole quantità, preferibilmente distribuite nel corso della giornata. Ciò avviene solitamente con l’alimentazione, ma laddove non fosse sufficiente si può intervenire con l’assunzione di integratori di vitamina C.

La carenza di vitamina C

L’assunzione di integratori di vitamina C è importante anche e soprattutto per evitare tutti quei fenomeni associati alla carenza di questo composto organico. Gli effetti maggiori e più comuni riguardando la debolezza e la stanchezza fisica, ma anche un senso di fiacca mentale. Condizioni più gravi possono portare a un indebolimento dei denti, maggiore difficoltà nella cicatrizzazione delle ferite, anemia e infezioni gravi. La carenza di vitamina C è maggiore in chi abusa di sostanze alcoliche, i fumatori, chi ha disturbi nell’alimentazione, ma anche bambini, anziani e donne che utilizzano contraccettivi orali. Queste persone devono prestare maggiore attenzione alla propria alimentazione e all’assunzione di integratori di vitamina C.

Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Rischi ciclismo

Rischi ciclismo: a cosa fare attenzione

Correre per dimagrire

Quanto bisogna correre per dimagrire?