in

Perdita di peso: come ottenerla con la termogenesi

Perdita peso

Sono sempre in tanti coloro che vorrebbero perdere peso, ma tra le varie difficoltà e le promesse miracolose di tante soluzioni che spesso, invece, si rivelano fallimentari, sono in pochi coloro che riescono a raggiungere questo obiettivo.

Per poter raggiungere una perdita di peso significativa, in realtà spesso basterebbe solamente conoscere meglio il proprio corpo, il proprio metabolismo e avere uno stile di vita sano. Il nostro organismo, infatti, ha dei meccanismi che, se usati correttamente, possono portare a perdere peso senza rinunciare a mangiare. Come? Sfruttando la termogenesi. Vediamo di cosa si tratta.

Che cos’è la termogenesi

Propriamente quando si parla di termogenesi ci si riferisce a quel processo del metabolismo che produce calore, quindi energia, capace di bruciare i grassi in eccesso. Fondamentalmente grazie a questo fenomeno, ricordiamo del tutto naturale, si riesce ad accelerare la produzione di energia da parte dell’organismo e in questo modo perdere peso.

Come funziona la termogenesi per la perdita di peso

Per sfruttare il meccanismo della termogenesi bisogna conoscere le proprietà degli alimenti. Ce ne sono alcuni che richiedono più energia rispetto ad altri per essere assimilati dal nostro organismo. Esistono quindi cibi che favoriscono la termogenesi e altri che ne riducono l’efficacia.

Ogni volta che noi mangiamo, qualsiasi tipo di alimento, il nostro organismo entra in funzione per assimilarne le proprietà utili e per smaltire le sostanze non necessarie; tutto questo lavoro richiede una produzione di energia che si verifica anche quando non ce ne rendiamo conto direttamente. Anche mentre dormiamo, per quanto in misura ridotta, il nostro organismo produce energia. Ed è importante sapere quindi cosa mangiare per aumentare il lavoro – e quindi i benefici – della termogenesi.

Aumentare la termogenesi

Poste queste premesse è facile comprendere come sia utile sapere come fare per aumentare la termogenesi. Per farlo è possibile procedere per via farmacologica o tramite una dieta iperproteica. Nel primo caso bisogna assumere prodotti, come quelli a base di caffeina e tè verde, che contribuiscono ad aumentare la termogenesi. L’assunzione di questi prodotti va sempre presa con molta attenzione in quanto possono provocare l’ipertensione e problemi al battito cardiaco.

Termogenesi: cosa mangiare per perdere peso

Un metodo extra alimentare per aumentare la termogenesi e contribuire alla perdita di peso è quello di effettuare attività fisica regolare, in modo che aumenti il dispendio energetico e la produzione di calore. Ma anche mentre si fa attività fisica è importante conoscere l’alimentazione da seguire.

Come abbiamo detto tutti i cibi attivano la termogenesi in quanto devono essere digeriti e assimilati dall’organismo, ma alcuni richiedono più energia di altri. Tra questi si consiglia sicuramente il petto di pollo, il tacchino, la carne rossa magra e tutte le carni magre ricche di proteine, l’albume dell’uovo, i frutti di mare e i crostacei. Tra le verdure si consiglia l’assunzione di carote, broccoli e sedano. Per la frutta il mango, le mele e l’uva sono quelle migliori per la termogenesi. Inoltre anche il peperoncino ha proprietà benefiche in questo senso.

Infine per una sana alimentazione che tenga conto anche della termogenesi non bisogna dimenticare di bere acqua, imprescindibile per i suoi numerosi benefici. Si consiglia di bere almeno un litro e mezzo al giorno di acqua fredda, in modo che la temperatura corporea cali e l’organismo sia costretto ad attivarsi per ripristinare quella basale.

La termogenesi indotta

Nel più grande alveo della termogenesi esiste anche la cosiddetta termogenesi indotta dalla dieta (nota con l’acronimo TID o anche ADS per Azione Dinamico Specifica degli alimenti). Il suo significato è quello di un processo di tipo metabolico che permette un aumento del dispendio energetico successivo all’assunzione degli alimenti. La termogenesi indotta dalla dieta varia non solo a seconda della quantità di cibo ingerito, ma anche dalla tipologia. Questa particolare termogenesi alimentare è maggiore quando si assumono le proteine e gli aminoacidi, mentre è minore quando si acquisiscono lipidi e glucidi. Va detto che esiste anche una termogenesi che viene indotta dall’assunzione di determinate sostanze, come quelle presenti nel caffè o nel tabacco.

L’effetto termogenico

Per comprendere l’effetto termogenico, utile per percepire un effetto benefico sul proprio organismo, è importante sottolineare come questo cambia anche in funzione della composizione corporea e della composizione degli alimenti. Le persone sovrappeso hanno un effetto termogenico minore. È minore anche l’effetto termogenico dei cibi liquidi rispetto a quelli solidi, così come gli alimenti integrali hanno una termogenesi maggiore rispetto a quelli raffinati e anche per questo sono utili per dimagrire.

I vantaggi della termogenesi

Oltre a essere utile per perdere peso, l’assunzione di cibi termogenici è importante anche per altre proprietà. Nella maggior parte dei casi, infatti, questi alimenti sono ricchi di fibre e quindi in grado di ridurre i fenomeni legati alla formazione dei gas intestinali che sono responsabili di pesantezza e gonfiore intestinale.

Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
allenarsi con un personal trainer

Allenarsi con un personal trainer: info, vantaggi e costi

allenamento aerobico e anaerobico

Allenamento aerobico e anaerobico: differenze e vantaggi