in

Come prevenire gli infortuni nel calcio

infortuni calcio

Il calcio è uno degli sport che mette a maggior rischio di incidenti gli atleti. L’infortunio è molto comune tra i calciatori. Come prevenire gli infortuni nel calcio? È possibile seguendo alcuni protocolli di prevenzione.

Gli infortuni nel calcio: le statistiche

La maggior parte degli infortuni di cui sono vittime i calciatori avvengono in campo, durante le partite. Cause e motivi:

  • crampi, stiramenti di muscoli da sforzo, movimenti sbagliati che danneggiano caviglie e ginocchia, cadute, traumi muscolari e a livello dei legamenti;
  • impatti contro altri giocatori;
  • a parte gli infortuni sul campo, i calciatori rischiano di farsi male anche durante gli allenamenti, che dovrebbero essere sempre personalizzati e calibrati, a livello di carico, sul singolo atleta e sulle sue possibilità.

La prevenzione è fondamentale principalmente per il futuro del giocatore stesso, ma anche per la squadra, non dimentichiamoci però ci sono persone che lavorano nel settore delle scommesse sportive o perché no, in maniera ludica, nel settore del fantacalcio (la scelta su quale giocatore mettere in campo è fondamentale è uno dei consigli fantacalcio chiave per vincere le partite).

Allenarsi correttamente per prevenire gli infortuni sul calcio

Un calciatore allenato, fisicamente in forma, forte, scattante, tonico e agile abbassa notevolmente il suo rischio di infortuni durante la performance. Un allenamento corretto deve essere innanzitutto costante, quindi mai meno di due volte la settimana.

Il protocollo più efficace per i calciatori, sia per migliorarne le prestazioni e la forma fisica sia come prevenzione contro gli infortuni è il FIFA 11+. Consiste in sedute allenanti perfettamente equilibrate tra lavoro aerobico e anaerobico e mira a sviluppare la resistenza nella corsa, la potenza muscolare, l’agilità e la flessibilità dei muscoli.

Il FIFA 11+ prevede:

  • corsa semplice ed esercizi di agilità basati sulla corsa;
  • esercizi di equilibrio;
  • allenamento anaerobico per sviluppare la massa muscolare, la potenza, la forza esplosiva.

Come calcolare il carico allenante nell’ottica della prevenzione degli infortuni nel calcio

Ogni atleta è un individuo unico, con peculiarità fisiche e competenze personali. L’allenamento va sempre strutturato in maniera personalizzata, sia per quanto riguarda la durata sia per numero di ripetizioni e volume di carico.

L’analisi sull’atleta, utile a redigere una scheda di allenamento perfetta, si struttura in tre fasi:

  • osservazione della forma fisica del calciatore prima di cominciare l’allenamento, tenendo conto del suo HRV (variazioni delle pulsazioni cardiache a riposo);
  • assegnazione di un obiettivo alla seduta allenante (lavorare sulla resistenza, impegnarsi sulla crescita di massa, dedicarsi agli esercizi di agilità, ecc);
  • osservazione della forma fisica dell’atleta post-allenamento e, in base ai dati raccolti (numero di pulsazioni, indice di sforzo recepito) tirare le somme sulla qualità dell’allenamento e sul suo impatto.

Questi dati sono fondamentali per strutturare gli allenamenti successivi, studiati e redatti tenendo conto della soggettività dell’individuo e della sua personale risposta fisica.

Prevenire gli infortuni nel calcio: allenamento e buonsenso

Anche durante l’allenamento bisogna fare attenzione ed evitare comportamenti scorretti che potrebbero provocare un infortunio. È importante che l’atleta sia seguito scrupolosamente durante il work-out, monitorando i suoi battiti cardiaci e il suo grado di resistenza e stanchezza.

Se si nota che durante l’esercizio il calciatore lamenta forti dolori al muscolo che sta impegnando o che lo sforzo per gestire il carico assegnato è eccessivo, bisogna intervenire tempestivamente ricalibrando l’allenamento per evitare stiramenti o riprese troppo lunghe, che inficerebbero la partita o la successiva seduta allenante.

Se durante la fase di work out dedicata all’aerobica il monitoraggio delle pulsazioni rivela uno sforzo esagerato del cuore, o delle aritmie non fisiologiche, bisogna interrompere subito la seduta e consigliare all’atleta di fare degli accertamenti medici.

Se un atleta si presenta all’allenamento in condizioni fisiche scarse, stanco, dolorante o con i sintomi di una qualsiasi patologia, bisogna valutare attentamente se imporgli un work out leggero o suggerirgli di riposare fino al ripristino della perfetta forma.

Prevenire gli infortuni nel calcio durante la partita

Durante le partite, i calciatori sono sorvegliati dall’arbitro, che vigila sia sul punteggio e sulla qualità del gioco sia sulla correttezza tra i giocatori. Un buon arbitro, in grado di fischiare le azioni scorrette, è già una garanzia per quanto riguarda la riduzione delle possibilità di infortunio.

Tuttavia, quando si gioca è semplice farsi trascinare dall’entusiasmo e incorrere in un incidente, con il rischio di farsi male e compromettere la propria carriera o le successive partite. Come fare per prevenire gli infortuni del calcio durante il gioco? Ecco alcune linee guida da tenere sempre presenti:

  • impegnarsi a fondo per giocare una buona partita ma fermarsi immediatamente se si avvertono sintomi preoccupanti (mancanza di fiato, dolori al petto, fitte insopportabili a un muscolo);
  • evitare, così come obbligano le regole del calcio stesso, impatti violenti con gli avversari;
  • non commettere mai falli volontari, per evitare di diventare responsabili di un infortunio altrui.

Importantissimo, ai fini della prevenzione degli infortuni nel calcio, il riscaldamento. Va effettuato sia prima dell’allenamento che prima dell’entrata in campo. Inoltre, subito dopo lo sforzo fisico gli atleti dovrebbero dedicare qualche minuto allo stretching, per promuovere la veloce ripresa muscolare.

Avatar for Giuseppe Barbagallo

Scritto da Giuseppe Barbagallo

SEO Specialist e Web Designer, esperto in tecniche di Link Building e Digital Advertising. Da sempre appassionato di informatica, programmazione e tecnologia. Founder della Web Agency Good Working specializzata soprattutto (ma non solo) nel settore Fitness e Sport.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Fianchi larghi come ridurli in un uomo

Fianchi larghi: come ridurli in un uomo

allenarsi con un personal trainer

Allenarsi con un personal trainer: info, vantaggi e costi