Esiste la Racchetta da Tennis Perfetta?

racchetta da tennis perfetta
Pubblicità

Il tennis è uno sport davvero bello e può diventare molto appassionante per chi lo pratica, anche se le diverse difficoltà che si hanno quando si comincia a giocare, molto spesso portano gli aspiranti tennisti a virare su altre discipline più alla portata. Uno dei principali problemi che un tennista alle prime armi (e non solo) ha è quello della scelta dell’attrezzo di gioco, ossia la racchetta da tennis. Infatti, anche se può sembrare una decisione facile, scegliere una racchetta non è cosa semplice: dipende da diverse variabili come il livello di abilità nel gioco, la forza e la struttura fisica, l’età e non solo.

Una cosa deve essere chiara sin da subito quando un tennista si accinge a determinare l’attrezzo per giocare a tennis: la racchetta da tennis perfetta non esiste. Piuttosto esiste quella che più esalta e riesce a far esprimere al meglio il proprio stile di gioco.

Le racchette da tennis possono essere suddivise in tre macro categorie:

Pubblicità
  • Racchette leggere e con piatto largo
  • Racchette ad alto controllo
  • Racchette a massimo controllo

Vediamo quindi, a seconda delle caratteristiche di una racchetta, a che tipo di giocatore si addice maggiormente. Questo chiaramente può essere solamente un consiglio iniziale per orientare il giocatore alla scelta poichè, come detto, per capire qual è la racchetta più adatta al proprio fisico e stile gioco lo si potrà sapere solamente provandone diverse direttamente sul campo da tennis.

Racchetta Leggera con Piatto Largo

Le racchette leggere e con piatto largo hanno a grandi linee un piatto corde di grandezza da 660 cm2 a 710 cm2, con un peso orientativamente leggero, che oscilla da un minimo di 225 ad un massimo di 280 grammi. E’ una tipologia di racchetta da tennis che solitamente viene utilizzata da chi è alle prime armi, poichè un piatto corde più grande permette di avere uno sweetspot, ossia la superficie di impatto ideale, più ampio, che di sicuro offre più sicurezza ai meno esperti, nell’effettuare i colpi di gioco. E’ una tipologia di racchetta che comunque viene scelta anche da molti tennisti amatori che non essendo molto forti fisicamente preferiscono giocare con questo attrezzo molto leggero per avere un feeling maggiore e più forza nei colpi durante gli scambi di gioco, cosa che non potrebbero avere giocando con racchette più pesanti.

Racchetta ad Alto Controllo

Le racchetta da tennis ad alto controllo hanno la caratteristica di avere un piatto corde ‘medio’, ossia che non è nè troppo grande e nè troppo piccolo, in modo da offrire un buon mix in termini di potenza e controllo. Infatti è una categoria di racchette che è utilizzata da molti giocatori, sia di livello principianti che intermedi, che giocano spesso e che sono comunque prestanti in termini di atleticità e forza fisica. E’ sicuramente una racchetta che nel miglioramento di gioco quasi tutti i tennisti adottano almeno per un periodo di tempo, poichè permette di colpire in topspin mantenendo un ottimo controllo di palla ed al contempo lascia una potenza adeguata al colpo effettuato. Il peso di queste racchette va dai 280 fino ad un massimo di 300 grammi mentre la dimensione del piatto corde va orientativamante da da 630 cm2 a 660 cm2.

Racchetta a Massimo Controllo

Le racchette da tennis a massimo controllo sono degli attrezzi dedicati ai giocatori più esperti e con più esperienza. Di solito sono utilizzate da tennisti professionisti, poichè presentano un piatto corde decisamente ristretto di grandezza massima di 630 cm2, il che presuppone che i colpi effettuati debbano essere fatti con la massima precisione, visto che l’area ideale di impatto con la palla è ridotta. Anche il peso di questa racchetta superiore ai 300 grammi, comporta che l’atleta deve essere allenato perchè, per dare potenza ai colpi con questo attrezzo serve più prestanza fisica; nello stesso tempo però un maggiore peso di questo tipo di racchetta aumenta notevolmente il controllo dei colpi.

Conclusioni

Ovviamente questa vuole essere solamente una semplice guida per indirizzare il tennista alla scelta migliore. Tuttavia un giocatore deve sempre provare più racchette prima di scegliere definitivamente l’attrezzo che poi utilizzerà durante i tornei o comunque in semplici partite tra amici. Da tenere in considerazione durante la scelta anche la dimensione del grip che dipende sostanzialmente dalla grandezza della propria mano dominante, e l’incordatura sia in termini di pattern (più fitto offre più controllo, meno denso da più potenza ai colpi) e di tensionamento (una corda più tesa migliora il controllo, viceversa un’incordatura più allentata rende i colpi più potenti).

Fonte: http://www.faretennis.com