Attività fisica e mal di schiena: facciamo chiarezza!

Attività fisica e mal di schiena

Tutti noi, chi più chi meno, sappiamo cosa significa avere un brutto mal di schiena. Si tratta di un disturbo dalle molteplici cause che, secondo gli esperti, è decisamente molto frequente: arriva a colpire fino a 8 persone su 10, in un dato momento della loro vita o in qualunque periodo, indipendentemente dall’età.

Quando siamo affetti da fastidiosi dolori muscolari e ossei lungo la schiena, capita spesso di chiederci in quale maniera procedere per alleviare un po’ la nostra sofferenza e per fare in modo che non ricompaiano troppo presto. E ci domandiamo anche questo: continuare a fare attività fisica può peggiorare il nostro stato? E, in caso contrario, quali sono gli sport più consoni a far sparire (o quasi) il nostro disagio?

Abbiamo pensato di fare un po’ di chiarezza sull’argomento, in modo da farvi arrivare preparati al prossimo (speriamo di no!) attacco di mal di schiena.

Dolori alla schiena: è indicato l’esercizio fisico?

Dovete sapere che, anche se può sembrare un paradosso, nonostante il dolore pungente, fare attività fisica non è un male. La sedentarietà non porterà infatti a particolari miglioramenti nella specifica condizione, ma i giusti esercizi fisici (e sottolineiamo “giusti”, ovvero quelli più adatti al mal di schiena) vi aiuteranno a prevenire uno dei pericoli maggiori e cioè che il disturbo diventi cronico.

A sostenerlo con fermezza sono professionisti del “Finnish Institute of Occupational Health” di Helsinki, che hanno condotto un approfondito studio sul tema, traendo la conclusione che una corretta attività fisica, svolta al più indicato grado di intensità, riduce il rischio di ritrovarsi con un disturbo cronico per percentuali che vanno dall’11 al 16%.

Lo studio, pubblicato sul “British Journal of Sports Medicine“, ha preso persino in considerazione ben 36 ricerche precedenti riferite all’osservazione di circa 160.000 soggetti: alla fine, è stato dimostrato che il rischio di ricorrenza del disturbo era assai minore in relazione ad individui anche solo moderatamente attivi, che svolgevano attività sportiva o semplici operazioni come il camminare e il salire le scale quotidianamente.

Gli sport più adatti e gli esercizi più idonei alla lotta contro il mal di schiena

Il movimento fisico che viene consigliato deve ovviamente essere in grado di migliorare e non di peggiorare la situazione. Proprio per questo, l’attività non dev’essere svolta in concomitanza a dolori acuti e deve essere graduale, e quindi effettuata aumentando progressivamente intensità e durata. Uno degli sport più indicati è decisamente il nuoto che, in particolare se svolto in acqua calda, diventa un toccasana per lo scioglimento delle tensioni muscolari.

Sono inoltre molto utili per alleviare e prevenire il mal di schiena attività come:

  • Lo yoga, che comporta per chi lo pratica un rafforzamento e un rilassamento dei muscoli, oltre a regalare una maggiore consapevolezza del proprio corpo e dei suoi movimenti.
  • Il pilates, che ci aiuta a correggere le nostre posizioni e i movimenti quotidiani.

Fare sport è molto importante per il nostro organismo, persino in questi casi, proprio perché l’attività fisica migliora il tono muscolare e stimola i dischi vertebrali, necessari a svolgere un ruolo di “cuscinetto protettivo” nei confronti delle ossa della colonna vertebrale. Pertanto, l’attività fisica può essere un toccasana per il mal di schiena. Basta scegliere quella giusta!

Avatar for Giuseppe Barbagallo

Giuseppe Barbagallo

Appassionato di informatica e tecnologia sin dai tempi del seggiolone. Mi occupo di SEO e Web Marketing, soprattutto (e non solo) nel settore sportivo.
Avatar for Giuseppe Barbagallo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*