in

Cosa indossare in palestra

Le festività natalizie se da un lato ci hanno regalato dei bei momenti all’insegna dell’allegria e dello stare insieme, dall’altro forse ci hanno lasciato qualche chiletto indesiderato.

Ed ecco che allora bisogna correre ai ripari e fare della sana attività fisica. Dal momento che le condizioni climatiche non sono ancora del tutto favorevoli a delle belle corse all’aria aperta, la soluzione ideale rimane la palestra.

Praticare attività fisica implica ovviamente anche indossare un certo tipo di abbigliamento sportivo: il corpo, va preparato per bene se si vuole essere in grado di affrontare la fatica. Per l’allenamento scegliere cosa indossare è fondamentale.

Regole principali sull’abbigliamento sportivo

La prima regola da seguire inerente l’abbigliamento sportivo da indossare in palestra è che deve essere comodo in quanto si deve essere in grado di avere libertà nei movimenti.

Altra regola fondamentale è quella di scegliere tessuti tecnici e leggeri: i modelli attillati vi garantiranno una massima agilità e vestibilità. Per quanto riguarda il reggiseno deve essere sportivo e durante la fase di riscaldamento è preferibile indossare una canottiera attillata con una felpa leggera con la zip.

Altra regola fondamentale che va seguita soprattutto dalle donne, è quella di utilizzare una fascia o un fermaglio che possa trattenere tutta la chioma ed evitare che il sudore intacchi la fronte e i capelli.

Se amate soprattutto fare cyclette, meglio prediligere maglie di cotone elasticizzate e traspiranti, mentre se preferite dedicarvi all’allenamento con i vari macchinari allora meglio delle maglie ampie e comode in pendant con felpe in cotone elasticizzato con zip, come quelle proposte dall’abbigliamento carlsberg, davvero comode e versatili.

abbigliamento carlsberg

Per quanto riguarda i pantaloni, anche in questo caso dipendono dal tipo di allenamento: lunghi e attillati se si predilige l’allenamento sul tapis roulant, lunghi ma senza cuciture se invece ci si sta concentrando sul potenziamento muscolare.

Anche le scarpe, devono essere scelte con attenzione, in base al tipo di disciplina che si pratica: da abolire sono quelle totalmente basse, perché a lungo andare vi causeranno problemi alla schiena, se si sta optando per esercizi che mirano al potenziamento dei muscoli, si può utilizzare anche una semplice scarpa da ginnastica. Invece se si sceglie di dedicarsi al fitness bisognerà scegliere scarpe che contengano la caviglia.

L’abbigliamento sportivo, tuttavia non riguarda solo cosa indossare durante l’allenamento ma interessa anche tutta una serie di accessori che vi aiuteranno durante l’allenamento a dare il massimo e a compiere correttamente i vostri esercizi.

Uno degli accessori che non dovrebbe mancare in qualsiasi abbigliamento sportivo che si rispetti è il cardiofrequenzimetro. Questo strumento è molto utile in quanto non solo scandisce il battito cardiaco ma fornisce in tempo reale i dati esatti dell’allenamento, in modo che non si esageri troppo, quando ci si fa prendere dall’impeto della competizione o perché si vogliono ottenere risultati nel minor tempo possibile.

Da non sottovalutare il fatto che quando ci si impegna a fare sport, si inizia a sudare, il che implica un aumento della sete oltre che ci si inizia a sentire spossati. Ecco perché è necessario munirsi di una bottiglia d’acqua in modo da integrare i sali naturali e avere sempre con sé un asciugamano per tamponare il sudore, insieme ad un accappatoio utile per la doccia post allenamento.

Senza dubbio tra le varie componenti utili per affrontare nel modo migliore questo inverno gelido tra pesi e attrezzi, quelle che in assoluto risultano le più indispensabili sono la diligenza e la costanza nel portare avanti quest’attività che sarà in grado di donarvi i suoi frutti soltanto attraverso un vero e incessante impegno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

ciclismo urbano

Il ciclismo urbano è uno sport?

tendenze fitness 2018 in Italia

Il fitness del 2018 in Italia: digitale, urbano, ad alta intensità