in

Il ciclismo urbano è uno sport?

Cosa vuol dire essere sportivi? Cosa si intende per fare sport?

Secondo Wikipedia

Lo sport è l’insieme di attività che impegna, sul piano dell’agonismo oppure dell’esercizio individuale o collettivo, le capacità fisico-psichiche, svolta con intenti ricreativi ed igienici o come professione.

(Una definizione più completa, e più complessa, si trova qui)

Per quanto riguarda il ciclismo urbano, invece, non esiste una definizione in nessun vocabolario. Si può crearne una, cominciando dal significato di ciclismo.

Sempre su Wikipedia si legge:

Per ciclismo si intende l’utilizzo della bicicletta a scopi molto vari e differenziati. L’accezione più comune di “ciclismo” è riferita allo sport del ciclismo, ma in realtà lo spettro è più ampio, ed abbraccia anche gli usi trasportistici, quelli ricreativi e cicloturistici e quelli militari.

Spesso cercando online si trovano tutte definizioni di ciclismo legate all’attività agonistica.
Questa è l’unica definizione che sembra andare al di là, e a parte l’uso discutibile della parola trasportistici, è proprio in questo termine che si nasconde la parte urbana del ciclismo urbano.

Il ciclismo urbano è quella parte di ciclismo che usa la bicicletta non per scopi agonistici: la bicicletta è il mezzo di trasporto con cui ci si sposta in città.

Volenti o nolenti, al di là della motivazione per cui si sceglie la bicicletta, questo produce un benessere fisico, come si raccontava qui: si fa attività fisica, anche se può essere limitata ai soliti spostamenti.
A riguardo esiste un progetto europeo che ha dimostrato che 30 minuti al giorno di attività fisica per 5 volte alla settimana migliorano la salute, e per attività fisica si intendono anches spostamentiapiedi, o in bici.

Riprendendo quindi la definizione di sport riportata qui sopra, si può affermare che il ciclismo urbano è uno sport, perché impegna le nostre attività psico-fisiche a livello individuale.

E, si può aggiungere, lo fa con costanza, considerando l’uso quotidiano della bicicletta.

Senza particolari aspirazioni, si può anche adottare un personale piano di allenamento, che unisca la necessità di spostarci in città tra i vari impegni personali, alla voglia di allenarci un pochino, senza particolari velleità professionali: allungando i percorsi.

Un esempio concreto.
Per andare da un punto A ad un punto B si hanno a disposizione due percorsi: il primo in pianura di 3 km, ed il secondo di 4 km con eventuale salita.
Compatibilmente con la voglia di pedalare e il tempo a disposizione, si può decidere di allungare, e scegliere il percorso B.
Sia chiaro questa non è una tabella di allenamento, finalizzata a chissà quale prestazione. È solo un po’ di movimento in più.

In conclusione il ciclismo urbano può essere considerato uno sport.

Individuale, amatoriale, che permette di fare attività fisica, integrandola totalmente alla quotidianità, dove le strade e la città diventano una palestra a cielo aperto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

I benefici dell’Ashwagandha o Ginseng indiano

Tutte le proprietà dell’Ashwagandha o Ginseng indiano

Cosa indossare in palestra

Cosa indossare in palestra