in

Cuscini da gravidanza: a cosa servono e quali scegliere

Cuscini da gravidanza

Con il passare delle settimane di gravidanza le future mamme noteranno non solo l’aumento del volume della pancia, ma anche la difficoltà a muoversi e a girarsi nel letto. Se a questo aggiungiamo la stanchezza e la difficoltà a prendere sonno che possono caratterizzare una gravidanza, è facile comprendere come sia fondamentale trovare una soluzione. Una delle migliori, soprattutto in termini di rapporto qualità-prezzo, è quella offerta dai cosiddetti cuscini da gravidanza. Si tratta fondamentalmente di un cuscino imbottito, dalla forma allungata e per questo modellabile a seconda delle posizioni e delle esigenze della donna. Un accessorio semplice ma indispensabile per tante ragioni.

A cosa servono i cuscini da gravidanza

I cuscini da gravidanza, infatti, non servono solo a far dormire e riposare la mamma, ma anche a rispondere a tutta una serie di esigenze che si presentano sia nelle settimane prima del parto che in quelle immediatamente dopo (e non solo).

Per la gravidanza

Durante la gravidanza questi cuscini sono fondamentali perché creano un supporto che accompagna le linee del corpo della donna; linee che cambiano rapidamente nel corso delle settimane. in questo modo le future mamme possono rilassarsi, riuscire ad addormentarsi senza soffrire l’ingombro della pancia, ma anche a ridurre il fastidio del mal di schiena, del gonfiore alle gambe e di tutti quei dolori che possono manifestarsi durante la gravidanza.

Per l’allattamento

In base al modello acquistato questi cuscini possono rivelarsi utilissimi anche dopo la nascita del proprio bambino, soprattutto nella fase dell’allattamento. I cuscini da gravidanza possono avere diversa forma, grandezza e consistenza e possono sfruttarlo anche per tenere il neonato in posizione sollevata quando lo si allatta, senza gravare con il peso sulle braccia della mamma. Inoltre se il neonato dorme nel letto con i genitori, questo cuscino può essere utilizzato come barriera per evitare sia che il bambino rotoli, ma anche che i genitori muovendosi nel letto possano colpirlo accidentalmente.

Per i neonati

Oltre a essere preziosi alleati della gravidanza e dell’allattamento, questi cuscini possono essere utilissimi anche per i bambini stessi. Nei primi mesi di vita, infatti, può capitare che abbiano episodi di reflusso (generalmente normali e non preoccupanti) che, insieme al singhiozzo, possono rendere fastidiosa la posizione supina e impedire di riposare tranquillamente. Alcuni modelli di questi cuscini sono sviluppati appositamente per tenere il corpo del neonato leggermente rialzato e inclinato, in modo da permettergli di addormentarsi e riposare.

Come scegliere i cuscini da gravidanza

Per trovare il miglior cuscino da gravidanza è fondamentale concentrare la propria analisi su tre fattori chiave, ovvero:

  • forma,
  • imbottitura,
  • fodera.

La forma

Come abbiamo accennato esistono diverse tipologie di cuscini da gravidanza, ciascuna delle quali rispondente a un determinato scopo e alle preferenze di chi lo utilizza. Generalmente le principali forme sono quelle total body, allungato, a forma di C o a forma di U. Le differenze riguardano sia il tipo di supporto che un cuscino di questo tipo riesce ad assicurare che l’ingombro che, inevitabilmente, avrà sul letto o in camera. È bene quindi valutare tutti i fattori prima di scegliere il migliore per la propria gravidanza.

L’imbottitura

La differenza sul successo di un cuscino la fa l’imbottitura; è infatti questa che determina la qualità del supporto offerto. È possibile scegliere tra imbottiture sintetiche o naturali, con quelle sintetiche maggiormente adatte nel periodo invernale (trattengono il calore), mentre quelle naturali, più traspiranti, sono ideali per chi ha una pelle sensibile. L’imbottitura poi può essere in memory foam, granuli o fibra di poliestere o altri materiali ed è importante trovare il giusto equilibrio tra morbidezza e durezza per evitare che il cuscino sia o troppo molle o eccessivamente rigido.

La fodera

Infine per scegliere correttamente i cuscini da gravidanza è utile considerare sia la presenza che la qualità della fodera. È fondamentale orientarsi verso un cuscino sfoderabile, in modo da poterlo lavare regolarmente, anche considerando che tra sudore e probabili rigurgiti del bambino è costantemente esposto a essere sporcato. Inoltre la fodera, essendo il tessuto che è più a contatto con la pelle, deve essere scelta con cura, individuando un materiale piacevole al tatto, ma anche delicato e che non irriti la pelle durante il continuo utilizzo.

Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Passeggino per runners

Passeggino per runners: come coniugare corsa e bimbo

Crema contro il freddo

Crema contro il freddo: quale scegliere per le mani