in

Freddo e pioggia, come proteggere il corpo

Il ritorno dell’inverno pone tutti, chi con più urgenza chi con più resistenza, di fronte al problema del freddo, della pioggia e di conseguenza di come proteggere adeguatamente il corpo. Cappotti, sciarpe, cappelli, guanti e accessori vari sembrano essere sempre insufficienti e quando le temperature calano il freddo riesce sempre un modo per insinuarsi tra i numerosi strati di capi di abbigliamento che abbiamo addosso e a farci sentire la sua presenza. Come possiamo intervenire? Vediamo alcuni consigli utili per proteggere al meglio il nostro corpo durante l’inverno.

Il calo delle temperature

L’abbassarsi delle temperature, l’umidità, il gelo e tutti gli altri agenti atmosferici che contraddistinguono l’inverno, per quanto prevedibili da calendario, sfuggono sempre, anche solo per l’intensità, ad ogni previsione. Ecco quindi che ci si ritrova spesso in difficoltà e improvvisamente sprovvisti dei mezzi adeguati per ripararsi. Allo stesso tempo il ricoprirsi di capi d’abbigliamento può non essere sufficiente e, spesso anche per ragioni di praticità, di movimento o di lavoro, non è possibile rendersi completamente immuni dalle folate di vento e di gelo. Ecco quindi che ci si può orientare verso altre soluzioni.

Qualche consiglio utile

Un primo immediato consiglio è quello di prestare attenzione alle condizioni del nostro corpo. Non basta infatti coprirlo con strati il più spessi possibile, ma sapersene prendere cura in maniera adeguata. La prima cosa da fare è quella di idratare il proprio corpo; bere tanto è importantissimo anche in inverno, nonostante si senta meno la percezione della sete. Una valida alternativa è quella di bere bevande calde (tè e tisane su tutti) in modo da provare anche un benessere termico importante.

Così come per le bevande anche i cibi sono importanti per proteggere il corpo. La frutta di stagione (Soprattutto gli agrumi) e i legumi, aiutano a migliorare la capacità protettiva della nostra pelle. Il freddo provoca il restringimento dei vasi sanguigni con relativa disidratazione; anche per questo una corretta e puntuale alimentazione e idratazione si rivela decisiva contro il calo delle temperature.

Una buona strategia contro il freddo e la pioggia per proteggere il corpo è quella relativa alla propria igiene. Può sembrare un paradosso, ma farsi un bagno o una doccia con l’acqua eccessivamente calda provoca una riduzione della barriera protettiva naturale di cui la pelle è provvista. Il consiglio è quello di usare l’acqua a una temperatura non superiore ai 37-38°. Anche nell’utilizzo dei saponi è bene cambiare le proprie abitudini, specie d’inverno. I saponi neutri, infatti, sono da preferire in quanto meno aggressivi e anch’essi meno nocivi per l’integrità dello strato lipidico della pelle.

Proteggere la pelle

Oltre al freddo con il calo delle temperature si verificano anche episodi di labbra screpolate, naso rosso, occhi che lacrimano e fastidi vari alla pelle. L’idratazione delle parti del corpo più sensibili (mani e viso su tutte) passa anche dall’utilizzo di una crema che ripristini i valori corretti e doni anche un senso di sollievo. La scelta della crema va fatta in base al tipo di pelle, aspetto sul quale molta attenzione per non vanificare l’acquisto e l’applicazione. Per quel che riguarda le labbra, invece, si consiglia sempre di utilizzare il burro di cacao (anche per chi usa il sorretto).

In caso di pioggia è molto importante utilizzare dei capi di abbigliamento impermeabili, che uniscano protezione a traspirabilità; i migliori sono quelli idrorepellenti. Molto dipende anche dal tipo di attività che si svolge, se ad alta intensità o a bassa intensità; nel primo caso è importante aggiungere un altro strato di abbigliamento sotto quello tradizionale in modo da aumentare il calore; nel caso delle attività ad alta intensità anche l’abbigliamento interno, quello a contatto con il corpo) deve essere capace di trasportare l’umidità.

Proteggere i capelli

Sì, anche per i capelli bisogna utilizzare qualche utile accorgimento. In linea di massima valgono le stesse indicazioni per il corpo, con l’utilizzo di acqua tiepida e non bollente e di uno shampoo neutro. È fondamentale asciugare completamente i capelli subito dopo averli lavati, evitando di strofinarli con l’asciugamano o l’accappatoio. Il consiglio è quello di utilizzare il phon a velocità media o, in alternativa, un asciugamano in microfibra con il quale tamponare i capelli per asciugarli più rapidamente.

I tre strati

Il “vestirsi a strati” sembra suonare come il vecchio consiglio della nonna, ma non va trascurato e può rivelarsi fondamentale per proteggere il corpo dal freddo. Innanzitutto per l’abbigliamento intimo e quello più a contatto con il corpo (il primo strato) non bisogna utilizzare il cotone (che trattiene e non trasporta l’umidità). Per il secondo strato è bene scegliere capi d’abbigliamento isolanti (pile e simili), mentre per il terzo strato è consigliato l’utilizzo di giacche traspiranti e impermeabili, con le quali affrontare qualsiasi condizione climatica invernale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Alimenti antiossidanti

I migliori alimenti antiossidanti

Kranking

Kranking: cos’è e perché farlo