Gelato come sostituto del pasto: conviene davvero?

Gelato come sostituto del pasto

Con il ritorno delle giornate calde il piacere di un pasto fresco e magari anche rapido si fa sempre più necessario. Cucinare e mangiare piatti troppo elaborati e caldi può essere durante le giornate calde meno gradevole del solito. Perché allora non mangiare un buon gelato come sostituto del pasto? La domanda non è delle più anomale perché è un’abitudine in alcuni casi molto praticata. Vediamo di capire quali sono i vantaggi e, se ci sono, dubbi e criticità.

Proprietà alimentari del gelato

Prima di affrontare direttamente se si possa mangiare il gelato come fosse un pasto completo è bene interrogarsi su quali sono le proprietà alimentari del gelato, in modo da conoscere meglio l’alimento di cui stiamo parlando. Sulla sua bontà, praticità e versatilità non si può certamente parlare, ma anche dal punto di vista nutrizionale abbiamo importanti vantaggi.

Il gelato è innanzitutto un alimento altamente digeribile e, specie quello artigianale, è composto da importanti proteine che si rivelano molto utili durante la fase di crescita e di mantenimento dei tessuti. L’ingrediente principale è il latte, che è caratterizzato da grassi cosiddetti ‘a catena corta’ facilmente utilizzabili dall’organismo. Buono anche il contributo di vitamine e sali minerali e di zuccheri ad alto assorbimento come il saccarosio e il lattosio.

Si può quindi parlare del gelato come alternativa al pasto tradizionale? Vediamo cosa c’è da sapere.

Il gelato nella dieta

Parlare di dieta del gelato può essere fonte di qualche confusione ed errore di valutazione: che un alimento faccia bene non significa che debba essere mangiato solamente quello. Diversamente, per quel che riguarda il mangiare il gelato quando si è a dieta molto dipende dal tipo di regime alimentare che si sta seguendo.

Tornando al nostro argomento principale, ovvero se sia possibile mangiare il gelato come sostituto del pasto è bene fare alcune considerazioni. La prima è che, nonostante il gelato sia molto gustoso, sfizioso e altamente digeribile è allo stesso tempo poco saziante e povero di fibre alimentari.

Il gelato come pasto

Considerare il gelato come un pasto è una scelta poco corretta e inappropriata perché mangiare sano significa mangiare in maniera equilibrata e completa. Un’alimentazione sana prevede circa 5 pasti quotidiani, partendo dalla colazione e passando per il pranzo e la cena e due spuntini o merende. Ogni pasto deve essere equilibrato e non sproporzionato a favore di questa o quella sostanza. L’equilibrio dell’alimentazione deve infatti essere garantito ad ogni pasto, ogni volta che il metabolismo si attiva per assimilare le sostanze introdotte tramite i cibi ingeriti. L’alimentazione non è un contenitore nel quale inserire in maniera disordinata un tot di sostanze, come fosse il pentolone di qualche stregone, ma una scelta ragionata e costante, senza alcun tipo di squilibrio.

Mangiare il gelato durante il pasto può essere una fresca e piacevole conclusione. Il gelato non va infatti rimosso, ma inserito all’interno del proprio stile alimentare. In estate anche come merenda o come spuntino è preferibile optare per l’utilizzo della frutta, che si rivela essere più efficace per reintrodurre nell’organismo le sostanze che vengono consumate a causa del sudore e del forte caldo.

Un’ultima considerazione va fatta sull’assunzione del gelato durante la gravidanza. Qui, al solito, bisogna fare attenzione e bisogna valutare la propria condizione. Non è uno degli alimenti che non possono essere mai mangiati, ma in alcune specifiche condizioni può essere necessario evitarlo in maniera assoluta. Il consiglio è quello di rivolgersi al medico che sta seguendo la gravidanza e farsi indicare se, quale e quanto gelato si può mangiare fino al momento della nascita, ma anche dopo, del proprio bambino.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo