La respirazione negli esercizi di fitness

respirazione negli esercizi fitness

Quando si parla di allenamento fitness spesso si fa riferimento all’importanza della respirazione negli esercizi. Inspirazione ed espirazione sono due fasi fondamentali perché l’allenamento sia efficace e produttivo. Vediamo quindi di capire come funziona questo importante aspetto della vita quotidiana (non possiamo non respirare) e vediamo anche come imparare a farlo durante l’allenamento.

Cosa significa inspirare ed espirare

Partiamo al solito dalla comprensione dei termini e dei fenomeni che vogliamo approfondire. Per quel che riguarda la respirazione negli esercizi fisici è bene distinguere tra inspirazione ed espirazione. Ogni respiro (o per meglio dire ogni atto respiratorio) è composto da entrambe che hanno un ruolo diverso ma anche una durata differente. L’inspirazione, ovvero quando immettiamo l’aria nell’organismo e il petto si espande mentre il diaframma si contrae, ha una durata media di 1.5 secondi; l’espirazione, ovvero quando gettiamo fuori l’aria contraendo il petto e rilassando il diaframma, ha una durata maggiore, mediamente di 3 secondi. Tra l’inspirazione e l’espirazione solitamente passa un tempo di circa mezzo secondo.

Quando inspirare ed espirare

Gli atti di inspirare ed espirare sono normali e incondizionati e proseguono su questi binari in condizioni normali; durante l’allenamento, un forte stress o una situazione di pericolo la respirazione cambia e questo può significare diverse cose. In tutti i casi, anche durante le situazioni di stress quotidiane, è bene imparare a svolgere degli esercizi di respirazione che permettano di gestire queste anomali ed evitare conseguenze più impegnative, non ultima quella relativa ad un peggioramento della qualità della vita. Tra gli allenamenti per rinforzare i muscoli che si occupano della respirazione si possono seguire i preziosi consigli relativi agli esercizi aerobici.

Inspirazione ed espirazione addominali nell’allenamento

Può sembrare contorto, ma per allenarsi bisogna allenarsi a respirare. La respirazione negli esercizi di fitness deve sfruttare il diaframma e non il torace. Quando si parla di respirazione toracica, infatti, si fa riferimento a quell’atteggiamento di espandere la gabbia toracica quando si inala l’aria. Questa modalità di per sé non è pericolosa ma diventa inutile e dispendiosa a livello energetico se applicata all’allenamento. Questo perché i muscoli coinvolti nella respirazione toracica richiedono molte energie per attivarsi e, parallelamente, l’aria che si inala in questo modo il più delle volte non è adeguata allo sforzo che si compie negli esercizi di allenamento.

La respirazione abituale è quella toracica che però non è sufficiente quando ci si allena in quanto distribuisce meno ossigeno nell’organismo e la conseguenza, oltre a quelle appena viste, è quella di essere affannati e di sentire una mancanza di fiato.

La respirazione negli esercizi di fitness deve essere quindi diaframmatica in modo che l’organismo possa riceve le sostanze nutritive utili a proseguire l’allenamento riuscendo quindi a gestire l’aumento della frequenza respiratoria e anche quella cardiaca (che sono tra loro legate). Alcuni tipi di esercizi (ad esempio quelli con i pesi) richiedono che la respirazione avvenga sia con il diaframma che con il torace, ma nei normali esercizi di fitness è bene concentrarsi solamente su quella diaframmatica in modo anche di acquisirne padronanza e saperla gestire a proprio vantaggio.

Infine quando si eseguono gli esercizi è bene sempre seguire le indicazioni sulla respirazione e non ignorarla pensando che sia sano allenarsi intensamente fino a quando c’è fiato.

Imparare a respirare

Come abbiamo suggerito bisogna imparare a respirare, distinguendo tra respirazione toracica e respirazione diaframmatica (che è quella che ci interessa nell’allenamento). Un metodo utile a comprendere le differenze (e quindi imparare a gestirle) è quello di sdraiarsi con la schiena a terra, mettere una mano all’altezza del torace e l’altra sulla pancia. Lo scopo di questo esercizio è quello di respirare agendo solamente sullo stomaco e sollevando quindi solamente la mano che è appoggiata su di esso.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo

Latest posts by Daniele Di Geronimo (see all)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*