L’alimentazione durante l’esercizio fisico

alimentazione durante esercizio fisico

Una corretta e periodica pratica sportiva è una delle basi fondamentali per mantenere l’organismo in salute. Di non meno importanza è però una sana alimentazione, che rappresenta il supporto basilare e complementare per ogni attività fisica. Con questi presupposti, in questo articolo, parleremo dell’alimentazione durante l’esercizio fisico e sportivo, senza approfondire troppo i meccanismi fisiologici e biochimici dello sforzo muscolare. Prima di farlo, bisogna tuttavia distinguere l’attività fisica in due importanti tipologie di lavoro: pratica aerobica e pratica anaerobica.

L’attività anaerobica: di cosa si tratta

Appartengono a questa categoria tutti gli sport in cui si attiva la forza esplosiva. Quando cioè si fa lavorare la muscolatura con alta intensità per un breve lasso di tempo (come ad esempio in atletica nei cento metri). In questo caso, il muscolo lavora senza consumare ossigeno e viene bruciato in prevalenza solo il glicogeno muscolare. Quindi, in questa situazione non si curerà troppo l’aspetto alimentare durante la prestazione, ma si dovrà invece rifornire l’organismo prima dell’allenamento, in maniera tale da nutrire adeguatamente la fibra muscolare con zuccheri semplici.

Cos’è invece l’attività aerobica?

Questa rappresenta la maggior parte delle attività sportive di fondo e medio fondo, anche se in realtà comprende quasi tutti gli sport, dalla corsa al calcio fino ad arrivare al tennis. Si caratterizza sempre per forme miste di esercitazioni, che alternano attività anaerobica e aerobica. Sono le attività più consigliate per bruciare grassi e dimagrire in modo soddisfacente. Per molte attività, l’alimentazione durante l’esercizio fisico diventa parte fondamentale per ottenere un buon risultato agonistico. Per poter operare in maniera corretto, dobbiamo conoscere però come avviene il consumo di energia nell’organismo.

Alla base del dispendio energetico, c’è la contrazione della fibra muscolare. Questa contrazione prevede sempre il consumo di glicogeno. L’alimentazione durante l’attività fisica ha quindi lo scopo fondamentale di mantenere sempre un sufficiente livello di zuccheri nella muscolatura, al fine di evitare quei bruschi cali di prestazione (spesso denominati “crisi di fame”), che possono pregiudicare tutto l’allenamento o l’attività agonistica.

Quali zuccheri utilizzare per l’alimentazione durante l’allenamento?

I carboidrati o i glucidi, o più semplicemente zuccheri, sono la principale fonte energetica per il nostro organismo. Possono essere costituiti da catene complesse come il glucosio o da strutture più semplici e facilmente assimilabili. Ne consegue che, se vogliamo assumere energia sotto forma di zuccheri, dovremo sempre ricorrere a forme semplici e facilmente assimilabili: le cosiddette “maltodestrine“. In commercio, esistono moltissime versioni di questi glucidi e molto spesso si presentano in forma di barrette al gusto di cioccolato o di frutta. Si possono poi assumere come bevande più o meno diluite in acqua o in forma liquida pronta all’uso.

È sempre consigliabile assumere le maltodestrine (molti esperti consigliano inoltre glucosio e fruttosio), nella forma preferita e seguendo le relative indicazioni, prima di sentirne la necessità reale: se stiamo facendo una gara di fondo, meglio procedere ad una assunzione periodica dopo un certo tempo o un certo numero di chilometri. Questa assunzione periodica è un fattore molto individuale e varia a seconda dello sport che si pratica. Ad esempio, i tennisti assumono bevande e zuccheri quasi sempre ad ogni cambio di campo e non necessariamente quando hanno sete o fame.

Ricordiamo inoltre che, come sottolineano i medici sportivi, è bene assumere durante l’attività sportiva anche di una adeguata dose di proteine. Ciò non rinforza solo l’utilizzo di carboidrati, ma ha lo scopo di sostituire la perdita strutturale di tessuto che normalmente avviene durante la fatica fisica.

Avatar for Giuseppe Barbagallo

Giuseppe Barbagallo

Appassionato di informatica e tecnologia sin dai tempi del seggiolone. Mi occupo di SEO e Web Marketing, soprattutto (e non solo) nel settore sportivo.
Avatar for Giuseppe Barbagallo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*