in

Le migliori scarpe da running

Quando corro tutti i pensieri volano via. Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti” Così diceva Confucio e applicando questo principio all’attività fisica più diffusa, ovvero la corsa, è bene analizzare la questione domandandosi quali sono le migliori scarpe da running e, anche, come scegliere le migliori per il proprio benessere.

Correre fa bene al proprio fisico, aiuta a scaricare lo stress e a rimettersi in forma, ma come tutte le attività sportive ha bisogno di un abbigliamento adatto. E se la mamma di Forrest Gump diceva sempre che “dalle scarpe di una persona si capiscono tante cose, dove va, cosa fa, dov’è stata” forse tale principio vale anche per le scarpe da corsa, la cui scelta qualifica il tipo di sportivo e la sua attività fisica.

Come scegliere le scarpe da running

Prima di passare a vedere quali sono le migliori scarpe per correre è bene capire come scegliere le migliori per il proprio allenamento. L’attenzione per i piedi è fondamentale per tantissimi aspetti, relativi sia all’efficacia dell’allenamento, ma anche per evitare i dolori tipici della corsa e tutti quei fastidi che una scarpa non adeguata può causare.

Molto spesso ci si limita ad acquistare un paio di scarpe da ginnastica generiche ed economiche, ma non è la scelta migliore, nemmeno per i runner amatoriali, figuriamoci per quelli più professionali.

Cercando online ci si imbatte in una vasta serie di modelli di scarpe per correre, molte anche belle e colorate, ideali sia per gli uomini che per le donne, e tutte che promettono di essere le migliori. Come orientarsi? Iniziamo dicendo che è bene capire il tipo di ammortizzamento delle scarpe, assolutamente necessario per chi deve correre e solitamente lo fa anche su terreni e superfici non sempre pianeggianti. In questa prospettiva la sigla A3 indica il massimo dell’ammortizzamento possibile su un paio di scarpe per la corsa. Non va considerata come una regola massima, in quanto l’ammortizzamento delle scarpe è utile in base al tipo di corsa e soprattutto al tipo di piede e di andatura. Le scarpe con il massimo ammortizzamento sono indicate per chi corre per moltissime ore, negli altri casi ci si può orientare anche su altri livelli.

In tutti i casi i consigli per scegliere le scarpe per running sono quelli di provare i vari modelli e di capire quale percezione danno al piede, in quanto è quella che fa la differenza. Sulla scelta delle scarpe da running ci sono moltissime leggende e luoghi comuni, come quelli per cui bisogna orientarsi sempre verso scarpe leggere o larghe in punta, con il sostegno o altro. Non esiste la scarpa da running migliore per tutti, ma esiste quella migliore per il proprio tipo di piede e di corsa.

Abbiamo raccolto alcuni dei principali modelli di scarpe per il running in modo da orientarsi in maniera ragionata nella scelta di quelle più adatte per il proprio allenamento.

I migliori modelli

Brooks Glycerin 16

Tra le scarpe da running più apprezzate troviamo le Brooks Glycerin 16, ideali per un utilizzo quotidiano, soprattutto per chi corre su strada, anche per via della presenza dell’arco plantare neutro. L’intersuola è realizzata in schiuma DNA con ammortizzatore, mentre il battistrada è composto da due tipologie di gomma, una per donare confort alla parte anteriore del piede e una più rigida per proteggere il tallone.

Mizuno Wave Ultima 9

Con le scarpe da running Mizuno Wave Ultima 9, disponibili in ben 10 differenti colorazioni, abbiamo un modello con la suola in gomma e la fodera in materiale sintetico. Nella parte anteriore troviamo una parte in gomma soffiata per migliorare la comodità e la presenza del battistrada in gomma e carbonio garantisce una maggiore aderenza sulle strade bagnate-

Adidas Ultra Boost Uncaged

Passiamo ora a parlare delle Adidas Ultra Boost Uncaged, un modello di fascia alta molto affidabile e con un ottimo sistema di ammortizzazione. Una delle particolarità di questo modello è la presenza di una particolare rete che permette di indossare le scarpe anche senza calzini. L’elasticità e la reattività della scarpa è assicurata dalla presenza di un’intersuola ricca di piccoli inserti in TPU.

New Balance Vazee Rush v2

Un modello adatto anche per un utilizzo quotidiano è quello delle scarpe New Balance Vazee Rush v2, con la suola in gomma, la fodera in tessuto e la parte esterna in tessuto tecnico. Sono scarpe molto resistenti e di grande qualità, ma che richiedono una maggiore attenzione nella scelta in quanto la parte centrale non è molto ampia e può creare qualche fastidio durante i movimenti.

Salomon Sense Pro Max

Esteticamente molto appariscenti, le Salomon Sense Pro Max sono scarpe in materiale sintetico che assicura un’ottima aderenza e un buon livello di ammortizzazione. Sono scarpe realizzate con materiali di assoluto livello capaci di assicurare una maggiore resistenza anche su percorsi bagnati e fangosi.

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Fatbike

Fatbike, numeri e caratteristiche di un fenomeno

Powerlifting

Powerlifting: cos’è e come farlo