Riposo e alimentazione: cosa c’è da sapere

Riposo e alimentazione

Probabilmente non ci sarebbe molto da scrivere in materia di riposo, sonno e stanchezza; quanti di noi non vivono questa dimensione, vorrebbero migliorare il riposo perché o dormono poco o dormono poco o anche quando dormissero tanto (o comunque a sufficienza) sono lo stesso stanchi? Un po’ lo stile di vita frenetico, un po’ l’incapacità di rilassarci, un po’ qualche problema terzo, ecco che dormire e riposarsi è diventato quasi un tabù. Ci vorrebbe una sorta di rivoluzione, di liberazione dai tabù e dai problemi che inficiano questo aspetto fondamentale della vita dell’uomo. Inutile ricordare i benefici, sia in termine di benessere fisico che di stress, che il sonno ha sull’organismo umano.

Possiamo però provare ad analizzare e approfondire la questione del rapporto tra riposo e alimentazione, essendo quella del cibo un’altra questione molto dibattuta e per la quale, salvo gli acciacchi in età avanzata, si ragiona poco associandola al riposo.

Mangia bene e dormi meglio

Potremmo riassumere in questo slogan un po’ la questione del legame tra riposo e alimentazione, ma è bene spiegare meglio cosa si intendere con la locuzione ‘mangiare bene’.

La cena

Non è universale il fatto che si vada a dormire dopo mangiato, sia per le abitudini personali e familiari sull’orario dei pasti, sia sulle abitudini su quando si va a dormire, sia per questioni lavorative, eccetera; in tutti i casi si consigli di non saltare mai questo pasto in quanto potrebbero esserci problemi nel prendere sonno; bisognerebbe comunque mangiare almeno 3 ore prima di mettersi a letto. L’alimentazione consigliata è quella che prevede cibi leggeri e che non appesantiscano la digestione, un fenomeno complesso e molto delicato che tiene attivo l’organismo anche quando noi dormiamo e non ce ne rendiamo conto.

Le bevande

Perché riposo e alimentazione vadano d’accordo è bene anche evitare alcune bevande, soprattutto quelle zuccherato come la coca cola, il caffè (e il ginseng), il tè, il cioccolato e molte altri. Abbiamo detto di evitare i cibi di difficile digestione; nello specifico conviene evitare cibi grassi, con un elevato contenuto di proteine, il formaggio stagionato, gli alimenti conservati (olive, cibi affumicati e particolarmente salati, eccetera).

Cosa mangiare

Se abbiamo visto cosa è bene non fare e cosa evitare nell’alimentazione, vediamo ora cosa è consigliabile mangiare prima di mettersi a dormire. Le proteine possono essere consumate, preferibilmente in quantità moderate, ma sono preferibili quelle di origine vegetale rispetto a quelle di origine animale. Altri cibi che incidono positivamente sulla qualità del proprio riposo sono le carni magre, i cereali (specie quelli integrali) e i legumi. Organizzando la propria alimentazione tenendo conto di queste indicazioni produce un effetto positivo sulla profondità del sonno e sul senso di stanchezza e affaticamento che spesso si ha al mattino.

Il miele

Un consiglio molto utile è quello di mangiare un cucchiaio di miele prima di andare a dormire. A differenza del latte (che non tutti digeriscono), il miele è un ottimo alleato del fegato e che ha nel miele un valido aiuto energetico per migliorare la sua attività durante il sonno. È un’abitudine molto semplice, ma che può rilevarsi straordinariamente utile.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*