in

Animal flow: underswitch e jumping underswitch

Tra le novità dell’allenamento workout è importante parlare dell’animal flow, che da qualche tempo a questa parte sta riscontrando successo e accendendo la curiosità degli amanti del fitness. Ne hai già sentito parlare? Sei curioso? Proviamo a capire quali sono le caratteristiche di questo allenamento “animalesco”.

Cos’è l’animal flow

L’animal flow, come si può anche facilmente intuire dal nome, è un tipo di allenamento che riprende il movimento degli animali. È quindi un allenamento molto mobile e che richiede grande flessibilità e forza sia nelle braccia che nelle gambe. L’animal flow training è stato sviluppato da Mike Fitch, un personal trainer e body builder americano. Intervistato per domandargli le ragioni di questa nuova disciplina ha raccontato come è sempre stato attratto e affascinato dal funzionamento del corpo umano, motivo che lo ha portato negli anni a seguire molti corsi di body building e altri tipi di allenamento, fino ad accorgersi che “ero goffo, lento, impacciato e non mi sentivo a mio agio nel mio corpo, e allora ho deciso di fare esattamente il contrario e ho cambiato direzione a 180° e ho cominciato a esplorare il mio corpo.

Perché riprendere il movimento degli animali? Fitch così risponde a questa domanda: “loro lo fanno da migliaia di anni, sono gesti perfetti, e allora ho capito che dovevo recuperare al mio fisico quelle abilità di movimento.” Come farlo? “L’Animal è solo una parte dell’allenamento, poi c’è tutta la parte del Flow, le transizioni da un “animale” all’altro. Ed è qui che ho inserito quelle che chiamo form specific stretches, movimenti che hanno a che fare con lo yoga, lo stretching e questo genere di discipline che permettono di migliorare flessibilità e tono muscolare diventando sempre più intensi e dinamici.

Come si comprende dalle parole del suo ideatore, l’animal flow è quindi un tipo di allenamento che si svolge a diversi livelli, non focalizzato su un solo aspetto. La ripresa dell’identità animale è anche un recupero della dimensione più naturale e istintiva possibile dell’uomo, in questo caso da applicare ai movimenti e allo sviluppo fisico. È un tipo di allenamento che migliora tantissimo l’energia, la resistenza, la forza e la mobilità ed è un tipo di attività che, a differenza di molte altre, si svolge prevalentemente in gruppo. Anche questo è un tratto molto interessante nel quale rintracciare le caratteristiche peculiari dell’animal flow: gli animali infatti vivono prevalentemente in branco, con tutte le dinamiche che questo comporta.

I movimenti dell’animal flow

Ma come si struttura un workout di animal flow? Quali sono i movimenti che lo caratterizzano? Trattandosi della ripresa di quelli animali i movimenti non sono codificati, ma sono quelli che il corpo umano è capace di effettuare. Si possono però distinguere sei diversi elementi comuni ad un allenamento animal flow. Ecco quali sono:

  • le mobilitazioni del polso;
  • le attivazioni;
  • gli allungamenti specifici;
  • i movimenti animali;
  • gli interruttori;
  • i flussi.

Le mobilitazioni del polso (Wrist Mobilizations) sono degli esercizi semplici con i quali potenziare e migliorare la capacità di peso e di appoggio delle mani e quella di forza e flessibilità dei polsi. Con le attivazioni (Activations) si eseguono delle posizioni statiche utilissime per il riscaldamento prima di passare ad eseguire gli altri esercizi. Gli allungamenti specifici (From Specific Stretches) riguardano tutto il corpo e prendono spunto dalle varie posizioni degli animali, aumentando la flessibilità e la mobilità del corpo.

Si entra più nello specifico quando si eseguono i movimenti animali veri e propri (Traveling Forms) e sono proprio orientati, in maniera graduale, a migliorare la capacità motoria della parte animale del proprio corpo. Gli interruttori, invece, sono tutti quei movimenti che permettono di passare in maniera agevole da una posizione all’altra. Tra questi rientrano l’underswitch e il jumping underswitch, il cui sviluppo dà la capacità di muoversi in maniera più fluida ed elastica.

Infine i flussi (flow); sono l’essenza dell’animal flow e riguardano l’energia e la capacità di muoversi e di seguire una sequenza di movimenti il più fluida possibile, senza alcun tipo di interruzione.

Come imparare l’animal flow

Per imparare ad eseguire i movimenti e lo spirito dell’animal flow è possibile seguire dei workshop dedicati per approfondire questa particolare pratica di allenamento, attraverso uno dei centri specializzati e riconosciuti a livello italiano.

Avatar for Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Spinning

Spinning: quando e perché praticarlo

Come scegliere gli scarpini da calcio

Come scegliere gli scarpini da calcio