Cibi crudi: quali fanno bene

cibi crudi

Tante volte abbiamo parlato dell’importanza del mangiare bene e sano per vivere bene; il nutrimento del corpo e della propria persona passa anche e soprattutto attraverso ciò che mangiamo. Anche per variare l’alimentazione e per comprendere un fenomeno sempre molto attivo, parliamo dei cibi crudi e di un’alimentazione che li comprenda.

A proposito di cibi crudi bisogna anche considerare che si parla spesso anche di dieta a base di cibi crudi contemplando solo questo tipo di alimentazione (si parla di dieta crudista). È il fenomeno del crudismo, noto anche con il termine di Raw Food. Qualsiasi tipo di scelta estrema e assolutista nel campo dell’alimentazione è il più delle volte da sconsigliare, specie se figlia della moda e non di reali necessità fisiche. È sempre bene ricordare che l’organismo umano è molto complesso e articolato e che per il suo funzionamento necessita di molte sostanze, che difficilmente egli può assumere solamente da una tipologia di cibi.

Perché mangiare cibi crudi

Prima di passare a vedere quali sono i cibi crudi da evitare e quelli consigliabili da mangiare vediamo il vantaggio di questa scelta alimentare. La prima vera grande qualità è quella di essere tendenzialmente cibi facilmente digeribili, essendo ricchi di fibre e contribuendo ad un metabolismo più rapido. Similmente i cibi crudi hanno un minore contenuto di calorie e questo permette di ridurre il peso e contribuire a disintossicare l’organismo.

Un buon elemento per cui mangiare cibi crudi è che questi hanno ottime proprietà rinfrescanti e permettono, grazie all’alto contenuto di acqua, di mantenere il corpo idratato. Inoltre parliamo di cibi con un alto contenuto di minerali e vitamine, sostanze che spesso vengono distrutte durante la cottura.

Come mangiare i cibi crudi

Quando ci si riferisce ai cibi crudi da mangiare solitamente si fa riferimento a quelli di origine vegetale come la frutta, gli ortaggi, la frutta secca, le verdure, i germogli e i semi e non a quelli di origine animale. Una buona soluzione è quella di integrarli all’interno di un regime alimentare controllato, nel quale si ha il pieno controllo delle sostanze nutritive di cui necessita il proprio organismo. Per mangiare i cibi crudi in maniera sfiziosa e allo stesso tempo benefica si consiglia la preparazione di insalate, succhi naturali, frullati, carpacci, creme e altri tipi di preparati che

Consigli utili

Abbiamo anticipato la presenza di una serie di cibi crudi da evitare; anche tra le categorie di cibi che abbiamo sopra menzionato non tutti possono essere consumati senza essere cotti. Tra questi ricordiamo i funghi, quelli ad alto e basso contenuto di acido ossalico (spinaci, prezzemolo, cime di rapa, cavoli, asparagi, broccoli, eccetera). Anche le erbe aromatiche e quelle selvatiche, così come la frutta acida e troppo acerba (limoni, ananas, arance, pompelmo, eccetera) pur se non tossici possono creare alcuni problemi data, appunto, l’eccessiva acidità.

Un caso particolare riguarda i cibi crudi in gravidanza da evitare nella maniera più assoluta. Tra questi ricordiamo i formaggi molli, il pesce affumicato, il latte non pastorizzato, le uova, la carne e i salumi, il sushi, il tonno in scatola e le arachidi. Quella della gravidanza è una situazione molto particolare per la quale l’alimentazione è ancora più critica e delicata per la quale prestare la massima attenzione.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo