Errori da non commettere per chi va in bici

bicicletta

Il ciclismo è uno sport per tutti e che produce notevoli vantaggi dal punto di vista fisico, semplicemente utilizzando un solo mezzo (la bici appunto) e unendo all’aspetto fisico e atletico anche quello piacevole di svago di permettere di muoversi in posti suggestivi e affascinanti.

Dopo aver visto i consigli utili vediamo quali sono gli errori da non commettere (e che spesso sono i più frequenti soprattutto nei principianti) per evitare di rovinare quella che è un’opportunità meravigliosa e di rinunciare anzitempo a praticare questo allenamento.

L’acquisto della bici

Partiamo da qui, dalle basi: la bicicletta. Spesso ci si approccia con le migliori intenzioni ad una nuova disciplina e si vuole avere il meglio dell’attrezzatura pensando che sia essa a svolgere la fatica e l’allenamento per noi; per quanto ovviamente c’è differenza tra una bicicletta scadente e una di qualità è bene non iniziare con modelli troppo professionali, pena il ritrovarsi disorientati e fare un’enorme fatica ad abituarsi a questo tipo di bicicletta. Discorso identico anche al contrario evitando di acquistare biciclette ‘da due soldi’ per incorrere nel rischio di percepire una pessima esperienza (perché distorta) del ciclismo.

Ritmi e tempi di recupero

Un errore troppo diffuso, a volte anche in chi pedala regolarmente, è quello di impostare male i propri ritmi e ignorare i tempi di recupero del proprio organismo. Anche qui, come nel discorso sulla bicicletta, spesso si passa da un estremo all’altro: o un allenamento blando pensando che il semplice andare in bicicletta ogni tanto equivalga ad un serio allenamento, sia chi abbonda nella quantità ignorando la qualità (e le esigenze del proprio corpo), vittima della cosiddetta sindrome da sovrallenamento.

Alimentazione e idratazione

L’alimentazione è sempre fondamentale e nel ciclismo assume un’importanza specifica l’idratazione. Bisogna bere tanto, perché è enorme la quantità di liquidi che si consumano durante le pedalate ed è necessario idratare il proprio fisico. È bene quindi bere sia prima che dopo l’allenamento, ma anche durante, con una certa regolarità.

La manutenzione della bici

Un discorso simile a quello dell’acquisto è quello della manutenzione della bicicletta. Una volta acquistata non deve calare l’attenzione sullo strumento, ma deve essere sempre controllata e verificata l’integrità e l’efficienza, soprattutto di quelle parti più soggette ad usura. Una bicicletta sulla quale non viene effettuata la manutenzione rischia, oltre che di danneggiarsi improvvisamente e peggiorare il danno, anche di incidere negativamente sulla forma fisica di chi la utilizza.

L’allenamento

Riuscire ad essere più agili e performanti nell’utilizzo della bicicletta deriva anche da un buon allenamento extra. Prendersi cura del proprio corpo con allenamenti mirati permetterà di godere e beneficiare meglio delle successive pedalata. Qui come in tutte le altre discipline è bene ricordare che il benessere fisico non è dato da un solo esercizio o un solo allenamento e che anche gli atleti che partecipano alle più importanti manifestazioni sportive, necessitano di allenamenti apparentemente parziali, ma che permettono di dare al fisico i giusti strumenti per poter svolgere al meglio la disciplina, in questo caso il ciclismo, per il quale ci si sta preparando.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*