in

Poggiapiedi da ufficio: i migliori per il lavoro

Poggiapiedi da ufficio

Tutti coloro che lavorano da casa o in ufficio hanno maggiori difficoltà dal punto di vista del movimento fisico­. Una vita sedentaria comporta rischi maggiori per il proprio organismo. Per questo è importante valutare l’acquisto di un poggiapiedi da ufficio, da utilizzare quando si è al pc o a lavoro sulla scrivania, per migliorare il proprio confort e ridurre fastidi e pericoli per il proprio benessere.

A cosa serve il poggiapiedi da ufficio

La postura corretta è il principale obiettivo che chi trascorre molte ore seduto dietro una scrivania deve perseguire. I poggiapiedi da ufficio hanno questo principale scopo: migliorare la comodità di chi passa molto tempo seduto. La pedana poggiapiedi è di per sé un articolo molto semplice, ma in commercio esistono tantissimi modelli (alcuni anche molto economici) con una serie di caratteristiche e funzionalità da prendere in considerazione. è bene ricordare che questo strumento serve ad alleggerire la fatica muscolare e a migliorare la circolazione nelle gambe, che per chi lavora in ufficio sono soggette a forte stress data la scarsa mobilità.

Come scegliere i migliori poggiapiedi per l’ufficio

Così come ci sono errori da evitare nel mantenere la postura quando si è in ufficio, bisogna evitare errori anche nell’acquisto del poggiapiedi per la scrivania. L’alto numero di modelli, infatti, richiede una maggiore attenzione nella comprensione dei vantaggi offerti da ciascuno di questi dispositivi, in modo da individuare quello migliore per le proprie esigenze. Ogni ufficio dovrebbe essere dotato di questo dispositivo, in quanto la salute dei propri collaboratori deve essere al primo posto, ancor più della produttività di ogni realtà aziendale. Laddove manchino, i poggiapiedi da ufficio possono essere acquistati personalmente e utilizzati durante le ore di lavoro. Vediamo quindi quali elementi considerare in questo tipo di accessori.

La comodità è il primo elemento da considerare. Per poterla valutare bisogna considerare diversi elementi:

  • stabilità;
  • regolazione;
  • materiali;
  • funzionalità.

I poggiapiedi da ufficio devono essere stabili, altrimenti vanificano la loro utilità. Per poter garantire questa caratteristica, la base di questi dispositivi deve aderire perfettamente al pavimento (di qualsiasi materiale esso sia). Un poggiapiedi stabile rischia di scivolare e di modificare la sua posizione in base al peso della persona. L’altro aspetto fondamentale è quello della regolazione. Questa caratteristica permette di modificare l’inclinazione della pedana in base all’altezza di chi utilizza il poggiapiedi, ma anche in base al tipo di posizione che si vuole assumere. Un poggiapiedi regolabile, inoltre, può essere utilizzato anche da diverse persone, potendo garantire un’ampia personalizzazione. È bene anche considerare la misura del piede; scegliere poggiapiedi da ufficio troppo compatti rischia di renderli scomodi per coloro che i piedi di una misura superiore.

La maggior parte dei poggiapiedi è realizzato in ABS, una particolare plastica che garantisce un buon rapporto tra resistenza e confort. Bisogna prestare molta attenzione al materiale utilizzato, sia per la robustezza del dispositivo che per garantire una maggiore comodità. Alcuni modelli hanno un’ulteriore rivestimento sulla superficie sulla quale si andranno a poggiare i piedi proprio per valorizzare anche questo aspetto.

Per quel che riguarda la funzionalità i poggiapiedi da ufficio sono dispositivi piuttosto elementari, ma possono riservare alcune sorprese. Alcuni modelli, infatti, offrono una superficie massaggiante che permette, a chi lavora da casa, di utilizzare la pedana anche senza le scarpe e ottenere un piacevole relax mentre si è a lavoro (o mentre si studia).

I migliori modelli

Poggiapiedi AmazonBasics

Economico, regolabile, affidabile: ecco il poggiapiedi AmazonBasics. Questo è un modello che ha la base che si può inclinare a piacimento sia in avanti che all’indietro, permettendo di impostare sempre la posizione ottimale. La superficie è ruvida in modo da assicurare anche un piacevole confort se si utilizza la pedana a piedi nudi. Un aspetto convincente di questo modello è la base, che aderisce perfettamente a qualsiasi tipo di superficie.

Poggiapiedi Fellowes standard

Un modello particolarmente efficace e capace di ridurre l’affaticamento sulle gambe e sulla schiena è il poggiapiedi Fellowes standard. A differenza di molti altri modelli questa pedana è realizzata con una superficie ruvida capace di assicurare una maggiore aderenza e un buon effetto massaggiante ai piedi. La pedana è inoltre mobile e permette di trovare sempre la posizione ideale per i piedi e le gambe, migliorando sia il confort che la circolazione.

Poggiapiedi Kensington 56155EU

Il poggiapiedi Kensington 56155EU è un modello estremamente semplice, ma non per questo meno efficace. È infatti una pedana che offre tre diversi angoli di regolazione e la possibilità anche di modificare l’inclinazione della pedana per personalizzare al meglio la posizione del poggiapiedi. La base è realizzata con una superficie antiscivolo in modo da assicurargli una buona stabilità. La superficie della pedana è realizzata con dei perni a rilievo che permettono di massaggiare la pianta dei piedi. Inoltre è presente un meccanismo basculante che dà la possibilità di esercitare le caviglie e mantenerle in movimento anche mentre si è seduti.

Avatar for Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Prendere peso

Prendere peso: consigli utili per ingrassare

Spartan Race Misano 2019

Spartan Race: appuntamento a Misano Adriatico il 21 settembre