in

Sonno dopo aver mangiato: cosa c’è da sapere

Sonno dopo mangiato
Sonno dopo mangiato

Noto anche con il termine più caratteristico di abbiocco, il fenomeno della sonnolenza e della stanchezza dopo aver mangiato è molto diffuso e importante da conoscere. Ciò che accade al nostro organismo al termine dei pasti ha cause ben precise la cui conoscenza ci permette di avere una maggiore consapevolezza e capacità d’azione sul nostro benessere priscofisico.

Il flusso di sangue

La causa di avere sonno dopo aver mangiato è da individuare nel processo della digestione che il nostro organismo inizia non appena introduciamo degli alimenti all’interno del nostro corpo. Questo lavoro richiede un maggior afflusso di sangue che viene quindi indirizzato verso l’intestino e lo stomaco. Questa priorità ha come conseguenza quella di ridurre la quantità di ossigeno che, tramite il sangue, arriva al cervello. Motivo per cui si percepisce quel senso di fiacca, debolezza o vera e propria sonnolenza.

Dimmi cosa mangi e ti dirò come dormi (e viceversa)

C’è un legame profondissimo tra alimentazione e riposo, tanto che da ciò che mangiamo dipende anche il senso di stanchezza. Per questo motivo si ricevono spesso indicazioni sul mangiare leggero, soprattutto a pranzo quando si ha poi ancora davanti una buona parte della giornata. il “problema” è relativo al tipo di alimenti che si assumono durante i pasti. Mangiare cibi ricchi di carboidrati semplici e particolarmente zuccherati aumenta la quantità di insulina rilasciata dall’organismo. L’aumento dell’insulina è direttamente proporzionale alla diminuzione della quantità di zuccheri nel sangue. Per questo mangiando cibi ricchi di zuccheri e carboidrati si ha la conseguenza di sentirsi particolarmente spossati e con poca concentrazione.

Consigli utili per rimanere attivi dopo aver mangiato

Avere sonno dopo aver mangiato non è un problema relativo solo al pranzo. Anche la sera, dopo cena, si vorrebbe impegnare il tempo frequentando degli amici, guardando un film, leggendo un libro, andare a fare una passeggiata; eppure basta sfiorare il divano che la sonnolenza ha il sopravvento. Come evitare questo problema? Ci sono dei rimedi? Eccone 5, per rimanere attivi e concentrati dopo aver mangiato.

1 – Bere tanta acqua

Se il mangiare appesantisce e porta sonnolenza, il bere molta acqua restituisce freschezza e idratazione all’intero organismo. Beviamo sempre meno di quanto dovremmo e questo causa una serie di conseguenze negative sul nostro organismo, anche dal punto di vista dell’affaticamento e della capacità di concentrarsi.

2 – Il caffè

Per molti il caffè è un rituale, un momento che sancisce la fine del pasto e dà quella scossa energetica necessaria per alzarsi da tavola e tornare a svolgere le proprie faccende. L’effetto donato dal caffè è sicuramente positivo, ma potrebbe essere controproducente se si esagera con l’assunzione. Per molti bere caffè da una determinata ora del pomeriggio incide negativamente anche sulla qualità del sonno. Meglio quindi stare molto attenti e avere un consumo moderato di caffeina.

3 – Cibi più leggeri

Come abbiamo anticipato prima, se gli alimenti con un numero elevato di zuccheri e carboidrati sono alla base di quel senso di sonno che si percepisce dopo aver mangiato, per contrastarlo può essere utile orientarsi verso alimenti più leggeri e meno pesanti e raffinati. L’equilibrio nell’alimentazione è uno dei pilastri fondamentali per stare bene, non solo fisicamente.

4 – L’attività fisica

Spesso non si ha tempo a disposizione da dedicare allo svolgimento di un’attività fisica vera e propria, ma poter fare due passi dopo mangiato aiuta a ossigenare il cervello. E di conseguenza a evitare la sonnolenza e il senso di fiacca.

5 – Riposarsi ma non troppo

Il riposo dopo pranzo se per i bambini è un pilastro della loro crescita, è un po’ meno utile per gli adulti. Potersi distendere per un quarto d’ora è molto utile per ricaricarsi, ma approfittare troppo del riposo rischia di produrre l’effetto contrario. Sia di svegliarsi più stanchi di prima che di avere poi un sonno notturno disturbato.

Avatar for Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Tappetino fitness

Come scegliere il tappetino per il fitness

I migliori tapis roulant

I migliori tapis roulant per l’allenamento