L’attività di un istruttore di fitness

istruttore di fitness

Quando si parla di sport e di allenamenti, il più delle volte ci si focalizza sugli esercizi fitness, dando (quasi) sempre per scontato il ruolo dell’istruttore di fitness. L’allenatore, il personal trainer, l’istruttore, sono dei professionisti che devono avere moltissime competenze (non solo tecniche) e che devono seguire un determinato percorso di formazione per essere abilitati a svolgere la propria professione. Scopriamo insieme qual è l’attività che svolge un istruttore di fitness.

Studio, formazione e competenze

C’è un elemento fondamentale che ogni istruttore di fitness deve avere: la formazione. Quella dell’istruttore è una figura professionale a tutti gli effetti e non è possibile improvvisarsi tali. Questo richiede passione, studio e formazione per l’acquisizione di determinate competenze. Alcuni elementi base devono essere comuni a tutti gli istruttori (come funziona un allenamento, i concetti di frequenza, intensità, carico di lavoro, circuito di allenamento, riscaldamento e stretching, alimentazione e nutrizione, sviluppo muscolare, preparazione schede, eccetera), altri possono essere acquisiti in base alla materia e alla disciplina che si desidera seguire. Ogni aspirante istruttore deve avere ben chiaro che in questo lavoro si dovrà relazionare con delle persone, con il loro benessere psicofisico e con il loro organismo, per cui le competenze devono essere mirate a tutti questi aspetti.

Allo stesso tempo ad un istruttore di fitness non deve mancare la capacità di sapersi relazionare con le persone (e molto si può apprendere in questo senso). Molto spesso ragazzi e ragazze che si affacciano al mondo del fitness e delle palestre lamentano una scarsa comunicazione con l’istruttore che si limita solamente a redigere una scheda di allenamento. L’istruttore deve essere in grado di comprendere il livello di ogni atleta, motivarlo e sapergli far comprendere l’obiettivo di ogni allenamento, di ogni esercizio e la corretta esecuzione dello stesso. Tra istruttore e atleta deve crearsi un rapporto di collaborazione, di crescita comune: è nell’interesse dello stesso istruttore che chi si rivolge a lui possa migliorare la propria forma, farlo in maniera sana, e ottenere gli obiettivi prefissati. Gli atleti devono sapere che l’istruttore è a loro disposizione, per istruirli, educarli e dargli indicazioni per il loro benessere, avendo anche la capacità di porre dei limiti quando è il caso.

Aggiornamento e specializzazione

Per svolgere l’attività di istruttore di fitness non è sufficiente seguire i corsi allenatore per prendere l’abilitazione e poi dare per concluso il proprio percorso formativo. L’aggiornamento deve essere costante perché costante è l’attenzione verso i nuovi studi e verso una professione che è ancor prima una passione. L’attenzione verso ciò che si fa è dimostrata anche da quanto si cerca di approfondirla (specializzazione) e di perfezionarla (aggiornamento).

Come diventare istruttore

Se vi state domandando come diventare istruttore di fitness è importante sapere che uno dei prerequisiti più importanti (ma non indispensabile) è quello della Laurea in Scienze Motorie. Successivamente si seguono dei corsi istruttori palestra più specifici e mirati all’acquisizione di un bagaglio professionale più specifico. È importante rivolgersi a strutture e scuole che eroghino corsi certificati e riconosciuti a livello nazionale, per avere la certezza di una formazione seria e completa e che possa poi aprire realmente le porte al mondo del lavoro.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*