in

Lampade abbronzanti: come proteggere la pelle

Lampade abbronzanti

In estate tutti sono alla ricerca di un’abbronzatura perfetta, ma quando la stagione calda finisce sono in molti a desidera di mantenere un colorito vivo della pelle. Ecco quindi che si ricorre ai centri dove si utilizzano le famose lampade abbronzanti. Sdraiarsi sul lettino e lasciarsi colpire dai raggi UvA o dai sistemi di doccia solare, è un piacere che in molti si concedono o vorrebbero concedersi. In realtà ci sono diversi aspetti critici sulla materia e alcune controindicazioni da tenere a mente prima di scegliere di utilizzare delle lampade abbronzanti.

Un’aggiunta non una sostituzione

La cura della pelle non è un optional e l’utilizzo delle lampade abbronzanti da casa (o quelle professionali dei solarium e centri benessere) va valutata con molta attenzione. Un primo aspetto da considerare e che troppo spesso viene ignorato, è quello per cui durante l’autunno, l’inverno e la primavera, l’esposizione solare naturale rimane continua. Anche se in maniera minore rispetto all’estate, anche durante il resto dell’anno la pelle viene quotidianamente colpita dalle radiazioni solari. Le lampade abbronzanti, quindi, si aggiungono a questa esposizione, non la sostituiscono. E già questo può essere un problema non di poco conto.

I rischi per la pelle

A conferma di come le lampade abbronzanti in alcuni casi fanno male, dal 2011 in Italia esse sono vietate a tutti i minorenni e a chi soffre di particolari patologie. Anche per le donne in stato di gravidanza è vietato l’utilizzo di una lampada abbronzante, proprio per preservare la loro salute e quella dei loro bambini. Come abbiamo anticipato l’uso delle lampade abbronzanti mette a rischio la salute della pelle in quanto provocano (come confermano tantissimi studi scientifici):

  • irritazioni cutanee;
  • arrossamenti;
  • eritemi;
  • invecchiamento della pelle;
  • riduzione delle difese immunitarie;
  • maggiore rischio di sviluppare carcinomi della pelle.

Tali rischi non sono isolati o figli di un terrorismo mediatico contro l’uso della doccia abbronzante, ma quanto testimoniato da indagini e ricerche condotte su chi ha utilizzato questi sistemi. Tutti i rischi, inoltre, sono maggiori in chi abusa delle lampade abbronzanti, mostrando anche come ci sia un forte pericolo di dipendenza. Si parla infatti anche di tanoressia, ovvero una vera e propria dipendenza che induce a pretendere di avere un’abbronzatura maggiore, costante e completa.

Perché scegliere le lampade abbronzanti

Nonostante siano in alcuni casi vietate e anche a fronte di quanto abbiamo appena detto, se utilizzate con moderazione e intelligenza le lampade abbronzanti possono offrire diversi vantaggi. Innanzitutto estetici, soprattutto in quei soggetti che hanno una pelle pallida. In questi casi, previo consulto con un dermatologo, è possibile scegliere questo tipo di trattamento, valutando i tempi di esposizione alle lampade abbronzanti e il tipo di crema solare da utilizzare. La protezione della pelle è indispensabile in tutti i casi la valutazione su quante farne di sedute di lampade abbronzanti va effettuata in base al fototipo della propria pelle.

Inoltre, una volta terminata la seduta sul lettino delle lampade abbronzanti, è doveroso continuare il trattamento utilizzando delle creme idratanti. Queste, oltre a proteggere e rigenerare la pelle, aiutano anche ad avere un’abbronzatura più duratura.

Perché le lampade abbronzanti non costituiscano un problema è doveroso valutare la propria situazione personale (età e tipo di pelle) e scegliere un trattamento (durata e intensità dei raggi UV) adeguato al proprio corpo. La salute della pelle è un bene maggiore della sua gradevolezza estetica e ignorare la prima per perseguire la seconda rischia, in troppi casi, di vanificare entrambe.

Avatar for Daniele Di Geronimo

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Zucchero o dolcificante

Zucchero o dolcificante, quale scegliere per stare bene

scarpe nike

Nike: le scarpe trainano il trimestre e si allacciano da sole