Allenamento per il ciclismo: gli errori da evitare

Allenamento ciclismo

Abbiamo parlato del ciclismo come di uno sport e di un’attività fisica che raccoglie sempre grande entusiasmo. Abbiamo già visto anche alcuni consigli utili per iniziare ad approcciarsi a questa disciplina e questa volta vogliamo invece approfondire il discorso andando a individuare e segnalare quelli che sono gli errori più frequenti nell’allenamento per il ciclismo che bisogna assolutamente evitare per ottimizzare il proprio allenamento.

Come allenarsi al ciclismo

L’allenamento con la bici è un tipo di attività molto affascinante perché permette di muoversi molto evitando quindi di rimanere bloccati all’interno di uno spazio chiuso come può essere la palestra o la propria casa. Questo aiuta molto soprattutto per tutti coloro che soffrono la sedentarietà e la ripetitività degli esercizi. Allenarsi con la bici, invece, è molto più versatile e offre notevoli vantaggi da questo punto di vista.

Un allenamento al ciclismo serio non deve badare ai numeri, ovvero non deve stare a guarda i chilometri. Un errore molto diffuso è quello di pensare che a tot chilometri percorsi coincida un livello di preparazione svolta e che l’allenamento è migliore e più efficace più aumenta questo valore. Le cose non stanno propriamente così. L’errore comune è quello di pensare che alla quantità corrisponda la qualità, per cui più chilometri si percorrono più ci si è allenati. Molto invece dipende dal tipo di percorso fatto, dalla cadenza della pedalata, dalla propria capacità atletica e dal rispetto delle proprie specifiche fisiche. In questo senso può essere utile predisporre delle tabelle di allenamento per il ciclismo prevedendo una crescita progressiva della propria forza e resistenza.

Cosa mangiare prima dell’allenamento ciclismo

Per una completa preparazione al ciclismo non bisogna trascurare l’alimentazione. Ci sono cibi adatti e consigliabili per chi si allena con la bici e cibi da evitare. Tra questi ricordiamo i cibi troppo elaborati, le bevande gassate, i grassi saturi, l’eccesso di alcolici e cibi troppo fritti. Sono invece ideali le carni bianche, il pesce, la frutta e la verdura (anche in abbondanza), i formaggi magri e tutti quegli alimenti che contengono carboidrati purché non siano conditi in maniera eccessiva.

Quello che è importante comprendere è che il ciclismo è una disciplina molto dispendiosa e che è fondamentale reintegrare tutte le sostanze che si perdono durante la pedalata. Ciò che ogni ciclista non deve mai mancare è l’idratazione: bisogna bere sempre, anche durante l’allenamento e in aggiunta assumere anche zuccheri e carboidrati in forma liquida, da preferire rispetto a quelli in forma solida.

La frequenza dell’allenamento

Come abbiamo visto all’inizio l’allenamento per il ciclismo non è questione di quantità, ma di qualità. Volendo però concentrarsi sul quanto allenarsi sono da fare alcune considerazioni. Non esiste un numero definito di chilometri, ore, minuti o sessioni di allenamento da fare; questa non può essere una prospettiva generale valida per tutti. Allo stesso tempo non è vero che qualsiasi allenamento va bene perché basta la buona volontà. Bisogna fuggire i due estremi: ovvero quello di un allenamento scarso e quello di un allenamento eccessivo, che produce il fenomeno noto con il nome di sovrallenamento.

Come abbiamo già suggerito, ciò che è importante è perseguire una crescita graduale. Soprattutto per i principianti è fondamentale ritagliarsi del tempo da dedicare al proprio benessere fisico, ma sapendo anche valutarne le modalità e l’intensità, evitando di esagerare e rischiare di cadere nel frequente errore per cui lo sport e l’allenamento diventano più stressanti della vita quotidiana e quello che dovrebbe essere un importantissimo mezzo per scaricare le tensioni ne diventa la causa maggiore.

Ecco quindi che è preferibile partire con molta tranquillità, prevedere anche i giusti tempi di recupero tra un allenamento e l’altro, e aumentare di intensità solamente nel corso del tempo, dopo aver raggiunto un determinato livello e aver ottenuto risposte positive dal proprio fisico e dal proprio organismo.

Daniele Di Geronimo

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.
Daniele Di Geronimo